Milan, ora sotto con la Champions: l’analisi delle cinque possibili avversarie nei play-off

Domani a Nyon il Milan conoscerà l’avversario che dovrà affrontare per accedere ai gironi di Champions: dal temibile Fenerbahçe all’abbordabile Pacos Ferreria, l’analisi delle possibili sfidanti.

Con le ultime partite del terzo turno preliminare si è conclusa la corposa fase di qualificazione della Champions League 2013/2014, domani a mezzogiorno in quel di Nyon si definiranno gli accoppiamenti per i play-off, dieci partite di cui cinque tra squadre campioni e cinque tra squadre piazzate che si disputeranno tra il 20 e il 27 agosto. Il Milan come è fra queste ultime con la “fortuna” di essere tra le teste di serie insieme a Lione, Zenit, Arsenal e Schalke; possibili avversarie dei rossoneri e di queste altre 4 formazioni la Real Sociedad, il Psv, il Metalist, il Fenerbahçe e il Pacos Ferreira. Quale avversario dovrà augurarsi domani il tesissimo Adriano Galliani? Quale invece sarà assolutamente da evitare? Analizziamo una ad una le possibili sfidanti dei rossoneri nei play-off di Champions, anticamera della prestigiosa (e ricca) fase a gironi.

Real Sociedad

Senza Illarramendi e il tecnico Montiner, i sorprendenti baschi di San Sebastian che nella scorsa stagione riuscirono ad arrivare quarti in Liga si augurano di continuare a fare bene anche quest’anno, a partire dal delicatissimo play-off di Champions: l’allenatore è Arrasate, promosso dopo anni di gavetta tra giovanili e compiti da vice, la stella è il francesino Griezmann, ma occhio anche a capitan Prieto, amatissimo all’Anoeta. In rosa anche gli ex “italiani” José Angel (Roma) e Seferovic (Fiorentina), indubbiamente il Milan tremerebbe e non poco se dovesse beccare i biancoblu.

PSV Eindhoven

Non vince lo scudetto da cinque anni, ma i biancorossi di Eindhoven sono sempre lì, a giocare quando in Europa League, quando in Champions: mister Cocu ha perso Martens (Napoli) e Strootman (Roma) e chissà che non veda lasciare la Philips Arena anche Matavz (lo sloveno da anni sui taccuini dei ds italiani), ma la sua squadra fa del gioco la vera forza, a prescindere dagli interpreti. Non sarebbe un avversario proibitivo, ma neanche una sfida scontata: gli olandesi hanno eliminato i belgi dello Zulte Wanegem nel turno precedente.

Metalist Kharkiv

Abbiamo già parlato di questa ambiziosa compagine ucraina in questo articolo di qualche giorno fa: nel terzo turno ha eliminato il Paok Salonicco senza troppa difficoltà, la folta schiera di argentini (7) e brasiliani (5), la rendono una squadra molto spettacolare. Punti di forza l’ex napoletano José Ernesto Sosa e il neo-arrivato (dal Catania) Alejandro “Papu” Gomez, in campionati sono primi a braccetto con lo Shakhtar. Un cliente potenzialmente tignoso.

Fenerbahçe

Il Tas di Losanna alla fine è stato clemente sospendendo la pena che voleva il club turco fuori dalla Champions per questa e altre due stagioni (questione di partite probabilmente truccate nel 2011); eliminato la Red Bull Salisburgo nel turno precedente, i gialloblu di Istanbul si presentano ai play-off desiderosi più che mai di fare l’ultimo passo verso la fase a gironi: mister Yanal si affiderà ai soliti Sow, Kuyt e Meireles per buttarla dentro, con Bruno Alves a difesa della retroguardia. Secondi nel campionato turco scorso, possono dare molto fastidio se dovessero essere loro gli avversari di Balotelli e compagni.

Pacos Ferreira

Sulla carta l’avversario più abbordabile: terzo qualche mese in Liga portoghese avanti ai più blasonati capitolini dello Sporting Lisbona e al Braga, esordiscono nella massima competizione continentale con l’ex atalantino Costinha in panchina. I “castori gialli” come sono soprannominati non erano mai andati oltre il sesto posto e solo qualche anno fa era in seconda serie: la loro forza è il gioco se è vero che tra i primi dodici marcatori dello scorso campionato non figura neanche un giocatore del Pacos. Il Milan si augura di affrontare questa squadra, indubbiamente.

I Video di Calcioblog