Inter, Massimo Moratti elogia Walter Mazzarri: "E' entrato nel cuore dei tifosi perché lavora tanto"

Il presidente nerazzurro ha paragonato l'allenatore a Paul Ince.

In attesa del big match con la Juventus, del nuovo incontro con il magnate indonesiano Erick Thohir per la cessione del 70% delle quote societarie, nel corso della settimana in cui la Serie A sta osservando un turno di riposo a causa degli impegni della Nazionale, il presidente dell'Inter, Massimo Moratti, ha deciso di fare visita a ciò che è rimasto della squadra, visto che molti giocatori sono impegnati con le rispettive nazionali, alla Pinetina.

Moratti si vuole godere l'ottimo inizio di campionato della compagine nerazzurra che, oltre al punteggio pieno in classifica, ha anche mostrato sprazzi di gioco convincenti. Il presidente dell'Inter, quindi, ha proceduto con le lodi all'allenatore Walter Mazzarri.

Queste sono state le sue principali dichiarazioni con le quali Moratti ha sottolineato la capacità di Mazzarri di lavorare con i giovani:

I giovani sono stati presi apposta perché già pronti. Avevano anche potenziale. Da quel punto di vista non abbiamo sbagliato. Poi c'è bisogno di un allenatore che sia d'accordo con la politica societaria e che soprattutto sappia poi sfruttare questa situazione. Mazzarri è entrato nel cuore dei tifosi? E' giusto perché lavora tanto, come il giocatore che si dà da fare in campo.

Moratti, quindi, ha paragonato l'attuale allenatore nerazzurro a Paul Ince, giocatore inglese che ha vestito la maglia dell'Inter dal 1995 al 1997:

E' stato un anno e mezzo ma resta nella memoria di tutti come un grande interista e umanamente una persona apprezzabile. Mazzarri ha le idee chiare e ha un modo di fare molto bello sia con i giocatori che con la società.

Rispetto alla scorsa stagione, Massimo Moratti ha notato le principali differenze nella difesa, che in tre partite ufficiali tra Serie A e Coppa Italia, non ha subito nemmeno un gol:

E' fondamentale per una squadra che voglia vincere avere la difesa forte, questo l'ho imparato quando ero ragazzo vedendo l'Inter di allora e così è sempre stato: quando l'Inter ha vinto il campionato, in qualsiasi momento, ha sempre avuto una difesa che funzionava e in questo caso stiamo ricominciando ad avere una difesa che funziona.

L'ultima affermazione, infine, è stata riservata per il match di campionato contro i bianconeri:

E' una partita attesa e in questo caso è attesa da due squadre che hanno fatto bene nell'ultima partita. Con tutta l'attenzione che bisogna fare da parte nostra però comunque tutto il pubblico, e io stesso come tifoso, l'aspetta.

Foto | © Getty Images

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: