Milan, Kakà debutta da capitano nell'amichevole contro il Chiasso. Galliani: "E' lo stesso di 10 anni fa"

I rossoneri hanno battuto gli svizzeri di Gianluca Zambrotta per 4-0.

Durante la giornata di ieri, Kakà ha debuttato, per la seconda volta in carriera, con la maglia del Milan, nell'amichevole contro il Chiasso, compagine svizzera che milita nella Challenge League (l'equivalente della nostra Serie B), nella quale gioca anche il redivivo Gianluca Zambrotta, ex Juventus, Barcellona e Milan.

La partita è terminata con il risultato di 4-0 per i rossoneri: le marcature sono state firmate da Antonio Nocerino, Matias Silvestre, Robinho e Riccardo Saponara, anch'egli al suo debutto in maglia rossonera, dopo una pubalgia che l'ha tenuto lontano dai campi praticamente durante tutta la preparazione estiva.

L'attenzione, ovviamente, era tutta rivolta al numero 22 rossonero che ha giocato la partita con la fascia di capitano, donatagli dal portiere Marco Amelia. Kakà, che ha giocato la partita sulla trequarti, si è fatto notare per un assist, qualche buona giocata, molti palloni giocati e una condizione fisica tutto sommato accettabile. L'amministratore delegato, Adriano Galliani, si è lasciato andare a facili entusiasmi, dopo aver appreso alcuni dati dalla discussa struttura di MilanLab:

Abbiamo i dati di MilanLab. Dal punto di vista fisico, Kakà è lo stesso di dieci anni fa.

L'allenatore Massimiliano Allegri, invece, si è limitato a commentare la sua prestazione in campo:

E' stato un test utile. Per Kakà è stato un buon allenamento, fisicamente sta bene e ha giocato nel posto che secondo me gli è più congeniale. Ha giocato con i centrocampisti e ha avuto dei buoni spunti, l'ho visto anche deciso nei contrasti, insomma mi pare che dal punto di vista fisico non ci sia nessun dubbio su di lui. Ha bisogno di ritrovare il ritmo partita. Ci vuole tempo, però sono molto soddisfatto.

Il diretto interessato, infine, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni:

Il Milan l’ho trovato molto bene, per me è stato bello giocare. Mi manca un po’ il ritmo ma il Milan l’ho visto davvero bene. Dobbiamo migliorare ma c’è il margine per farlo. A 31 anni s'imparano tante cose, ora riesco a scegliere meglio le giocate e sbagliare di meno.

Foto | © Getty Images

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: