Napoli, Benitez: “La squadra è matura. Contro il Parma ancora turn over”

Gli azzurri sono pronti al nuovo tour de force prima della sosta natalizia; in appena 29 giorni si deciderà tutta una stagione. Benitez punterà ancora sul turn over contro il Parma, in vista della trasferta contro il Borussia

Il Napoli di Benitez è pronto ad un nuovo tour de force. Gli azzurri prima di staccare la spina per le feste natalizie dovranno disputare 7 partite in 29 giorni, tutte molto importanti per il prosieguo della stagione. Domani alle 20:45 i partenopei ospiteranno al San Paolo il Parma di Donadoni, ma sarà impossibile non pensare anche alla trasferta di Champions League contro il Borussia Dortmund. Nonostante l’ottimo cammino in Europa, infatti, la qualificazione per gli ottavi di finale va ancora conquistata.

Basterà solo un punto a Dortmund contro la squadra di Klopp per avere la certezza matematica del passaggio del turno e far diventare l’ultima sfida con l’Arsenal uno spareggio per il primo posto. Fare risultato davanti al pubblico del Westfalenstadion non è per nulla una cosa semplice e Benitez lo sa bene. Per questo motivo il tecnico spagnolo non si è nascosto nella conferenza stampa di oggi, annunciando che contro gli emiliani ricorrerà nuovamente al turn over per gestire al meglio le forze dei suoi giocatori:

“Gestire i due appuntamenti non è mai facile, per questo motivo sono soddisfatto. La squadra ha digerito bene il turn over capendo che è l’unico modo per arrivare in fondo. Dopo la sosta e dopo le partite internazionali c’è sempre qualche incognita, ma non possiamo lasciare nulla per strada contro le medio-piccole se vogliamo lottare con il titolo”.

Dopo la sosta per la nazionale dello scorso mese arrivò il KO in trasferta contro la Roma, ma adesso il Napoli non potrà più permettersi delle pause. I quattro punti di distacco dalla vetta si possono colmare facilmente, a patto di non perdere punti con le provinciali. Il Parma rispetto alle altre squadre di media classifica può contare su un fuoriclasse come Antonio Cassano, ma non sarà l’unico pericolo secondo Benitez:

“E’ meglio che di Cassano parli Donadoni, io posso dire che è un giocatore pericoloso. Biabiany è un giocatore veloce, Amauri è fortissimo di testa: sarà una partita difficile, loro meriterebbero una classifica migliore. Se ho mandato una spia a Parma? Guardiamo innanzitutto a noi. Se dovessimo mandare una spia dovrà essere brava, mica si farebbe scoprire dai giornalisti”.

Come consuetudine Benitez ha preferito non comunicare la formazione che scenderà in campo, lasciando però ad intendere che Higuain potrebbe giocare dal primo minuto nonostante l’imminente impegno di coppa. Su una delle due fasce difensive potrebbe giocare il francese Reveillere, tesserato proprio durante la sosta, che pare si sia allenato duramente anche in questi mesi da svincolato per farsi trovare subito pronto per la sua nuova squadra:

“Parlerò con il cuscino, gli dirò che tutti si sono allenati bene. Higuain non mi è parso stanco, finalmente sta bene. Reveillere dobbiamo decidere se impiegarlo o meno in base a come stanno pure Armero e Maggio. Siamo un po’ in emergenza sulle corsie difensive, il francese è un professionista ed un giocatore di qualità. Lo volevo comprare dopo sei mesi al Valencia, ma non fu possibile perché costava troppo”.

I Video di Calcioblog

Ultime notizie su Allenatori

Tutto su Allenatori →