Inter, spogliatoio in fibrillazione: le vacanze non sono state uguali per tutti

Tensione nello spogliatoio dell’Inter: gli “europei” non hanno gradito i due giorni di vacanze in più per i sudamericani

Oggi pomeriggio l’Inter riprende ufficialmente la preparazione a ranghi completi in vista della partita contro la Lazio in programma allo Stadio Olimpico di Roma lunedì 6 gennaio e valida per la 18/a giornata di Serie A. Non ci sarà, però, il solito clima disteso ad Appiano Gentile, almeno stando ad alcune rivelazioni fatte dal quotidiano ‘La Repubblica’. I giocatori “europei” della rosa di Walter Mazzarri, infatti, non hanno preso affatto bene la decisione del tecnico nerazzurro di concedere ai sudamericani ben due giorni di permesso in più da trascorrere con rispettive compagne e famiglie più in generale.

I calciatori italiani e continentali, infatti, sono al lavoro sui campi del centro sportivo Angelo Moratti già dallo scorso 31 dicembre, mentre Mauro Icardi (con la bella Wanda Nara al seguito) e compagnia, sono rientrati nel capoluogo lombardo solo oggi. La decisione di Mazzarri è stata motivata con i voli transoceanici a cui i sudamericani sono generalmente sottoposti, ma la spiegazione non sarebbe andata interamente giù a diversi elementi della rosa. Oggi, secondo spifferi provenienti da Milano, potrebbe esserci una piccola resa dei conti, con alcuni giocatori pronti a far notare al tecnico ex Napoli di non sentirsi ‘rispettati’. Il tutto, a quattro giorni da un impegno difficilissimo contro una Lazio che farà di tutto per iniziare l’anno con una vittoria sotto la guida tecnica del nuovo allenatore Edy Reja.

Icardi e soci, avranno nelle gambe quattro allenamenti in meno rispetto agli altri compagni e dovranno sfruttare i prossimi giorni per recuperare il terreno perduto. Anche perché, diversi tra loro sanno già di avere una maglia da titolare contro i biancocelesti, Palacio su tutti. L’impressione che si ha dal di fuori, è che l’ormai famoso ‘clan degli argentini’, continui ad avere grande peso nello spogliatoio nerazzurro, quale che sia la guida tecnica. La speranza di Mazzarri, che alla fine ha dovuto fare buon viso a cattivo gioco. È quella che gli attriti non si trasformino in ripicche tra elementi della rosa, visto che la stagione fin qui è già andata ampiamente al di sotto delle attese.

Ultime notizie su Allenatori

Tutto su Allenatori →