Inter, rischio "zeru tituli": Mazzarri scaricato da Thohir e tifosi

Quattro punti in meno rispetto all’Inter di Stramaccioni e fuori dalla Coppa Italia. Da ieri sera i nerazzurri rischiano seriamente di vivere una stagione da “zeru tituli” per dirla con una celebre frase di Mourinho, che a Milano ha portato a casa uno storico ‘Triplete’. Walter Mazzarri, al termine di Udinese - Inter di Tim Cup, difende per l’ennesima volta in pochi giorni il suo operato, scaricando addirittura le responsabilità dell’uscita dalla Coppa Italia sulla precedente gestione di Andrea Stramaccioni e afferma di non aver mai parlato in estate di scudetto:

“Siamo stati chiari sin dai primi tempi. Stiamo facendo tutto al meglio… In campionato stiamo andando bene. L’eliminazione dalla Coppa Italia? Il 9° posto dello scorso anno ci ha portato a giocare fuori casa qui a Udine...”, ha detto l’allenatore dell’Inter a fine gara.

Quanta acqua sotto i ponti è passata dalla raggiante e lunga intervista concessa da Mazzarri a ‘Sky Sport’ la scorsa estate.

“Lo scudetto è davvero impossibile? Impossibile è una parola che per me non esiste. Ci sono tanti fattori da valutare; ripartiamo dal nono posto ma ci sono alcuni aspetti che possono portarci a sorprendere tutti ed arrivare prima degli altri. Alla fine contano i fatti, chi ha visto le mie squadre ha sempre detto che fanno divertire”, diceva Mazzarri qualche mese fa.

L’impressione è che l’allenatore toscano sia molto nervoso e consapevole di essere finito inevitabilmente sotto osservazione. Erick Thohir, nuovo proprietario della società milanese, ufficialmente esterna disagio per i torti arbitrali subiti negli ultimi tempi (ieri sera all’Inter è stato negato un rigore solare su Milito), ma sta già mettendo in discussione il progetto tecnico di Mazzarri, che di spettacolo, fin qui, ne ha in verità mostrato ben poco. Anche i tifosi nerazzurri pare ne abbiano abbastanza: basta farsi un giro per le community del Web per capire come le scusanti addotte dall’allenatore al termine di ogni sconfitta non vengano più accettate. I fantasmi sono gli stessi dello scorso anno: l’Inter di Stramaccioni iniziò il 2013 perdendo ad Udine in campionato, ora Mazzarri le becca prima in campionato all’Olimpico contro una Lazio in crisi da settimane, poi esce dalla Coppa Italia per mano di un’Udinese reduce da un periodo particolarmente infelice.

Di confronto con la gestione precedente Mazzarri non ne vuole sentir parlare, ma pur con tutti gli infortuni e le carenze della rosa, che sembrano attanagliare anche l’Inter attuale, Stramaccioni di questi tempi era qualificato in Europa League e dalla Coppa Italia non uscì se non in semifinale per mano della Roma. Le conclusioni, traetele voi.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
22 commenti Aggiorna
Ordina: