Bologna-Napoli 2-2 | Telecronaca di Auriemma, radiocronaca di Cucchi | Video

Il pareggio degli azzurri commentato in diretta

di antonio

Saranno almeno 100 anni che Bianchi non segna una doppietta“. Con questa frase, che racchiude delusione mista a comprensibile ingenerosità nei confronti dell’attaccante del Bologna che poco prima aveva dato un dispiacere ai tifosi del Napoli, Raffaele Auriemma, telecronista “fazioso” dei partenopei, ha commentato il pareggio in extremis ottenuto dal Bologna. E’ un pari che fa male alla formazione allenata da Benitez perché allontana il Napoli dalla Roma e dalla Juventus e permette alla Fiorentina di avvicinarsi: la prima e la seconda in classifica ora sono lontane quattro e dodici punti, mentre i viola sono solo a -3 dai campani, grazie alla vittoria di Catania.

CLICCA QUI PER LA TELECRONACA DI RAFFAELE AURIEMMA

Il Napoli nel prossimo turno affronterà il Chievo al San Paolo prima del quarto di finale contro la Lazio. Il Bologna, grazie al pareggio conquistato con le unghie e con i denti all’ultimo minuto, continua galleggiare nelle ultime posizioni in classifica, ma ha dimostrato carattere e voglia di non demordere fino alla fine. Nel prossimo turno i felsinei affronteranno la Sampdoria a Genova. Ballardini è felice a fine partita:

«Pareggio giusto. Per quanto messo in campo nel primo tempo non meritavamo la sconfitta. È vero che ci siamo abbassati molto per 25 minuti nella ripresa. Ma con convinzione e carattere e qualità di gioco l’abbiamo pareggiata pur in 10 e contro una squadra fortissima. Ci aspettano altre partite difficili, abbiamo fatto bene, ma dobbiamo continuare».

Benitez non riesce a capacitarsi:

“Invece di cercare il terzo gol abbiamo perso tempo nel palleggio. Dobbiamo migliorare e gestire la partita in modo diverso. Dobbiamo rivedere alcuni aspetti, ma abbiamo già dimostrato di avere carattere. Non dobbiamo pensare ancora allo scudetto ma alla prossima partita. Il nostro obiettivo è di avvicinarci alla Roma e per farlo dobbiamo vincere partite come questa. Nel secondo tempo abbiamo cambiato un po’ di cose e per questo abbiamo ribaltato la situazione. Poi abbiamo regalato due calci d’angolo e ne abbiamo pagato le conseguenze purtroppo. La partita andava gestita in un altro modo. Col Verona e con l’Atalanta, per esempio, la squadra ha dimostrato di averne tanto. Non cambierò modulo finché non ce ne sarà davvero bisogno. Jorginho? Farà sicuramente bene, è un ottimo giocatore”.

Bologna – Atalanta 2-2 | La fotogallery