Cagliari-Roma 1-3 | Telecronaca di Zampa e radiocronaca di Cucchi – Video

La vittoria esterna dei giallorossi commentata in diretta

di antonio

La Roma vince e mette un po’ di pressione alla Juventus che tra qualche ora sarà impegnata contro il Livorno a Torino in un confronto che la squadra di Antonio Conte non può prendere sottogamba nonostante il divario di punti con labronici L’unico imperativo della formazione di Garcia per poter continuare a sperare in un sorpasso ai danni della Vecchia Signora che si tramuterebbe in un’impresa epica è vincere. I giallorossi lo stanno attuando alla perfezione e non perdono più un colpo da molte giornate. La Roma, in campionato “normale”, sarebbe prima, ma i capitolini devono fare i conti con la classifica della Juventus che resta stratosferica. Per il Cagliari è una sconfitta pesante perché Massimo Cellino, in serata, ha deciso di esonerare Lopez per richiamare Pulga.

CLICCA QUI PER LA TELECRONACA DI CARLO ZAMPA

Numeri e curiosità – I giallorossi hanno subito un solo gol nelle ultime sei trasferte di campionato, in occasione della sconfitta di Napoli. La Roma ha concluso 19 partite senza subire gol in questa stagione – un primato nei cinque maggiori campionati europei, condiviso con il Lille. La Roma è tornata a vincere 6 partite di campionato di fila per la prima volta da ottobre. Nelle ultime sette in casa, il Cagliari ha sempre alternato una sconfitta e una vittoria, una serie che ha visto i sardi battere il Verona nella precedente uscita sul proprio terreno. Una sola vittoria nelle ultime sei giornate di campionato per il Cagliari, con soli tre gol segnati in questo parziale. Se si esclude quello a tavolino della passata stagione, l’ultimo successo giallorosso in casa del Cagliari in campionato risaliva all’ottobre 1995 (sette vittorie dei sardi e quattro pareggi da allora).

Le parole dell’ormai ex allenatore rossoblu, Diego Lopez:

“Abbiamo disputato un ottimo primo tempo contro una squadra che ha sia il palleggio che il contropiede, infatti le prime due reti le abbiamo subite proprio con delle ripartenze, loro sono stati molto bravi. E’ complicato affrontare la Roma, nascondono la palla. Noi sfortunati ad aver perso Ekdal, ora voltiamo pagina e pensiamo al Sassuolo. Destro? Si è visto proprio dal campo il fallo su Astori che poi è stato ammonito, pochi minuti dopo arriva la sua simulazione e avrebbe dovuto essere espulso, l’arbitro lì ha sbagliato. Salvezza a meno di 40 punti? Credo di sì, ma dobbiamo stare attenti e non mollare niente, questo è un gruppo di uomini veri”.

E quelle di Garcia:

“E’ una vittoria giusta perché abbiamo fatto un grande secondo tempo, con possesso palla ed una fluidità del gioco importante. Abbiamo sfruttato gli spazi. Se mi sarei mai aspettato un Destro cosi? Sapevo, inizialmente, che era infortunato e che aveva giocato metà stagione. Ha dimostrato non solo di essere un attaccante d’area, perché il secondo gol lo ha fatto in contropiede. E’ un attaccante completo. Deve mantenere questa voglia di vincere sempre. Quando non c’è Francesco è un attaccante efficace. Può ancora migliorare. Non mi piace vedere giocatori fermi nei loro ruoli, devono muoversi sempre. Gervinho? Lo conosco bene, ha iniziato con me a Le Mans, poi l’ho portato al Lille, dove abbiamo fatto la doppietta scudetto-coppa di Francia. Quando ho visto la Roma mi sono accorto che mancava uno come lui, in grado di fare la differenza saltando gli avversari. Gioca anche per gli altri e fa buone scelte. La preparazione della partita? Ho anche tecnici bravi come Bompard, che studia la squadra avversaria con Beccaccioli. Conoscevamo il Cagliari e il suo metodo di gioco. E’ un campo difficile quello di Cagliari ma la squadra ha fiducia. Ora la pressione sarà su chi deve ancora scendere in campo. Una Roma bellissima? Una squadra che marca la sua storia è una squadra che vince titoli. Non è ancora finita per il primo posto, abbiamo tra le mani il destino del secondo. L’obiettivo era quello di restituire il sorriso ai miei giocatori e ai nostri tifosi e ci siamo riusciti. Le differenze con la Juventus? Il bilancio lo facciamo sempre a fine stagione. Vedremo che scarto ci sarà e chi ha veramente fatto bene. Già possiamo dire però che la Roma ha fatto grandi cose. Anche la Juventus, però in campionato”.

Cagliari – Roma 1-3 | La fotogallery