Milan, Barbara Berlusconi: “Il futuro di Seedorf? Non spetta a me decidere”

Barbara fa intendere che sarà il padre Silvio Berlusconi a decidere le sorti dell’olandese, sempre più in bilico

L’aria in casa Milan è davvero pesante. Ad evidenziarlo non sono solo i comportamenti dentro e fuori dal campo di Mario Balotelli, ieri protagonista di un botta e risposta in diretta tv decisamente piccato con gli opinionisti di Sky, il gelo tra Clarence Seedorf e la società e i risultati non esaltanti della squadra, inclusa la sconfitta di ieri sera contro la Roma. Pochi minuti fa l’agenzia Ansa ha diffuso nuove dichiarazioni di Barbara Berlusconi, interrogata anche sul futuro dell’allenatore olandese sulla panchina rossonera.

L’ad e vicepresidente si è trincerata dietro il “no comment”, aggiungendo poi la frase “sono valutazioni che non competono a me”. La sensazione, insomma, è che sarà (come al solito) il padre Silvio Berlusconi a sbrogliare la situazione probabilmente a fine stagione. Anche Adriano Galliani, infatti, nelle ultime settimane ha preferito tagliare corto e non rispondere nel merito a domande sul futuro di Seedorf. Il quale, a sua volta, ieri sera ha fatto intendere di aspettare lumi da parte della società.

Difficile comunque che la situazione si risolva nelle prossime ore. Probabilmente soltanto a fine stagione Berlusconi deciderà il da farsi, anche se oggi la permanenza di Seedorf in panchina è molto poco probabile (per la gioia di Pippo Inzaghi, favorito per prendere il suo posto). Ma dall’ex Premier è lecito aspettarsi sorprese.

Barbara ha parlato anche della sconfitta di ieri ammettendo la superiorità tecnica della squadra di Garcia:

È giusto riconoscere la superiorità tecnica dei giallorossi. Complimenti alla società per aver costruito una squadra con un organico così forte. È chiaro comunque che non fa piacere perdere.