Verona, doppietta di Toni: anzi no, la Lega decide per l’autogol di Frison

Sperava in una tripletta, alla fine non è neanche doppietta: la Lega Calcio toglie a Luca Toni un gol, il secondo del Verona sul Catania è un autogol di Frison.

Quando Luca Toni è stato sostituito da Andrea Mandorlini, il centravanti emiliano si è molto arrabbiato: dopo la doppietta rifilata al Catania, voleva centrare la prima tripletta stagionale e mettere un tassello importante per corsa al titolo di capocannoniere. A fine partita, la doccia fredda: passata l’arrabbiatura, ci ha pensato la Lega Calcio a far tornare il broncio all’attaccante dell’Hellas Verona, dato che tramite una nota sul sito ufficiale gli è stata tolta la seconda marcatura decidendo per l’autogol del portiere Frison. La nota spiega bene la valutazione:

“Spiace togliere a Luca Toni il gol che lo avrebbe portato in vetta alla classifica marcatori della Serie A TIM, ma non ci sono dubbi sul fatto che il secondo gol dell’Hellas Verona vada registrato come autorete del portiere del Catania Frison. Per aiutarci nella decisione ci siamo serviti della camera in-out, posizionata in linea con la porta. Le immagini riviste al rallentatore chiariscono che dopo il colpo di testa del centravanti dell’Hellas Verona il pallone rimbalza sulla traversa e carambola sul corpo di Frison che lo spinge involontariamente nella propria porta. Sulla base della seconda precisazione del punto 1 delle “Linee Guida per l’assegnazione dei gol dubbi” viene quindi assegnata l’autorete a Frison. Il caso ricalca numerosi esempi del passato e quello recente di Genoa-Milan, col tiro di Motta carambolato su Abbiati ed autorete assegnata al portiere del Milan”.

Dura la reazione della società scaligera che risponde sempre tramite sito web alla decisione della Lega ribadendo la paternità della segnatura:

“Il presidente Maurizio Setti, la società al completo, lo staff tecnico e i compagni di squadra apprendono con grandissima amarezza e profondo dispiacere la decisione della Lega Calcio di privare il nostro attaccante, Luca Toni, del secondo gol, realizzato nella partita odierna contro il Catania. Noi, la famiglia Hellas Verona, il popolo gialloblù e chi ama il calcio, riteniamo che la rete sia da attribuire a Luca, anche in virtù delle immagini televisive che non offrono certezze sulla dinamica esatta della seconda realizzazione. Ci auguriamo, tuttavia, che questa decisione non pregiudicherà la corsa del nostro Luca al trono della classifica marcatori perché questo sarebbe il premio più bello per una stagione fantastica, per lui e per il nostro club”.

Il dado è tratto, Luca Toni sale a quota 19 gol staccando Carlos Tevez fermo a 18, ma rimanendo invariate le distanze da Ciro Immobile: oggi l’attaccante del Torino è andato in gol arrivando dunque a quota 21.