Sassuolo-Juventus 1-3 | Telecronaca di Zuliani, radiocronaca di Cucchi e Repice – Video

La vittoria dei bianconeri commentata in diretta

di antonio

I giocatori della Juventus e Antonio Conte hanno festeggiato con abbracci e cori sotto il settore riservato ai tifosi juventini, a fine partita. Il tecnico pugliese sa che il traguardo è stato quasi tagliato e si è lasciato andare insieme ai suoi calciatori che tra qualche giorno proveranno a centrare un altro importante obiettivo, la finale di Europa League. Contro il Sassuolo i bianconeri hanno sofferto nella prima parte di gara, ma poi è emersa la diversa caratura tecnica tra le due squadre. Ci ha provato la formazione di Di Francesco a rendere la vita difficile alla Vecchia Signora, soprattutto con un tridente d’attacco che si è rivelato molto temibile per la Juve. Per quasi un tempo il Sassuolo ha messo in difficoltà i bianconeri, ma il ritmo e il pressing impresso alla gara dai neroverdi non era sostenibile per tutti i novanta minuti.

CLICCA QUI PER LA TELECRONACA DI CLAUDIO ZULIANI

Numeri e curiosità dopo Sassuolo-Juventus 1-3: da febbraio 2013 a oggi, la Juve ha mancato l’appuntamento con il gol in trasferta solo una volta. Quello della Juventus è il miglior attacco del campionato (75 gol). Nelle precedenti 10 giornate tuttavia, la squadra di Conte non era mai riuscita a segnare più di due gol a partita. La Juventus ha vinto 11 delle ultime 12 partite di campionato, in mezzo la sconfitta col Napoli. Il Sassuolo, reduce dal successo sul Chievo di sabato scorso, non ha mai vinto due partite di fila in Serie A. Il Sassuolo aveva raccolto sette punti nelle precedenti tre giornate, la serie migliore degli emiliani dallo scorso novembre.

Il commento di Eusebio Di Francesco a fine gara:

«I ragazzi sono stati straordinari, hanno giocato con voglia e convinzione, purtroppo abbiamo subito il pari nel nostro miglior momento. Tra l’altro il punto nel quale è stata battuta la punizione che ha dato il via all’azione non era regolamentare, è un episodio che va valutato perché nel calcio il particolare conta. Abbiamo creato molto contro la più forte, questo ci deve dare la forza di crederci, non è poco per una piccola squadra. Io non riesco a proporre un calcio diverso, chi mi prende lo sa, vado sempre in campo per attaccare e vincere. Guardiamo avanti ora, con questa mentalità abbiamo la possibilità di raggiungere la salvezza. Il calendario non è facile, siamo fortunati perché le altre non hanno vinto ma ora dobbiamo solo pensare a fare una grande gara a Firenze. Dobbiamo puntare solo sulle nostre forze, adesso le motivazioni fanno la differenza».

Le parole di Conte a fine partita e le dichiarazioni di altri protagonisti della Juventus potete leggerle qui.

Foto Sassuolo-Juventus 1-3 (Zaza, Tevez, Marchisio, Llorente)