Le FOTO di Daniele “Gastone” su facebook e le pagine in cui gli ultras si minacciano

Sul social network minacce tra ultras

di antonio

Il gip ha convalidato l’arresto di Daniele “Gastone” De Santis che andrà in carcere. Per De Santis resta l’accusa di tentato omicidio e secondo gli inquirenti è l’autore che ha sparato con la Beretta ferendo i tifosi azzurri. Non prende ancora piede nelle indagini l’ipotesi di una seconda persona secondo la ricostruzione di un testimone alla stampa. Torna invece libero Ciro Esposito, il tifoso gravemente ferito e ricoverato all’ospedale Gemelli. Obbligo di firma per Alfonso Esposito e Gennaro Fioretti, gli altri due tifosi napoletani arrestati.

Foto Daniele De Santis Gastone e pagine fb di minacce

Da Facebook sono spuntate alcune foto “pubbliche” di Daniele De Santis. Sul suo profilo compaiono emblematici riferimenti all’estrema destra e frasi bellicose. Sul social network, sotto al nickname, scrive «Boia chi molla». Le foto sono state scattate in quello che de Santis definisce “bunker”. In una si vede la classica bandiera con la croce celtica e alle sue spalle il poster di Mikis Mantakas, giovane militante del Fuan, morto a Roma nel 1975 nel corso degli scontri avvenuti nelle strade durante il processo agli imputati accusati del Rogo di Primavalle. In un’altra è inquadrato il tridente bianco su fondo che rappresenta la tripartizione guerrieri-sacerdoti-lavoratori, poi c’è spazio anche per Bobby Sands, attivista e politico nordirlandese dell’Ira, deceduto per uno sciopero della fame in carcere nel 1981.

Sempre su Facebook, nelle ultime ore, tifosi, ultras (veri e finti) di Napoli e Roma hanno iniziato una guerra di minacce verbali più o meno violente. “Daniele “Gastone” De Santis libero. ASR” è la pagina aperta da un gruppo di ultras romanisti per esprimere la “vicinanza” al presunto autore della sparatoria. “Daniele De Santis infame” è invece l’altro spazio aperto e frequentato dai tifosi del Napoli che promettono vendetta. Gli iscritti delle due pagine, però, non superano le 500 unità…

I Video di Calcioblog