Kieft, ex Pisa e Torino, ammette: “Ho fatto uso di cocaina per 18 anni”

Wim Kieft, ex attaccante olandese con una parentesi anche in Italia, rivela di aver fatto uso di droga dopo aver smesso di giocare

Wim Kieft, ex attaccante dell’Ajax che ha giocato anche in Italia negli anni ‘83-’87 fa delle confessioni choc: “Dopo aver smesso di giocare ero disperato. Ma ora sono pulito”. Mai considerato uno dei classici giocatori genio e sregolatezza, Kieft in campo ha sempre dato l’idea del bravo ragazzo. Anche quando sbarcò in Italia per vestire le maglie di Pisa e Torino. Nel 1983 fu acquistato dal Pisa del mitico presidente Romeo Anconetani, che lo prelevò dall’Ajax: con i nerazzurri toscani giocò tre campionati, prima di passare al Torino per il suo ultimo anno di Serie B. Poi il ritorno in Olanda, ma questa volta con la maglia del PSV Eindhoven, con cui, dopo una parentesi al Bordeaux, chiuderà poi la carriera. Nel suo Palmares anche una Coppa dei Campioni e un Europeo con l’Olanda.

Oggi Kieft ha pubblicato la sua autobiografia, che ripercorre le tappe della sua carriera di calciatore, ma che si sofferma anche su diversi aspetti della sua vita privata, descritta come quella di un uomo normale. Mai ribelle o fuori dalle righe, quanto si legge soprattutto nella parte relativa alla fine della carriera, dà il quadro di un uomo disperato, che è finito anche nel tunnel della droga. Kieft, oggi 51 anni, puntualizza di non aver mai fatto uso di sostanze stupefacenti durante la carriera, ma di aver ceduto allo sconforto e alla tristezza proprio dopo aver appeso le scarpette al chiodo.

“Avevo toccato il fondo – racconta Kieft – ma adesso sto praticando un programma di disintossicazione e da 14 mesi sono pulito. Uno cerca un rifugio nella cocaina quando la situazione è disperata. E’ stato un circolo vizioso da cui non riuscivo a uscire”.

Kieft, da qualche tempo svolge il ruolo di commentatore per la TV olandese e rivela di aver trovato la salvezza nell’amicizia con Fred Rutten, che lo portò nello staff tecnico del PSV Eindhoven. Da questa nuova avventura iniziata nel 2010, l’ex bomber di Pisa e Torino ha trovato la forza per ricominciare.