Milan, Stephan El Shaarawy giura fedeltà: “Il mio futuro è rossonero”

Il calciatore italo-egiziano ha anche parlato del caso Seedorf.

Nell’ultima partita di campionato contro il Sassuolo, alcuni sprazzi di gioco offerti da Stephan El Shaarawy, trequartista 22enne del Milan, hanno dato la prova definitiva che il calciatore italo-egiziano si è finalmente ripreso dagli innumerevoli infortuni che l’hanno colpito nel corso di questa stagione.

Si è trattata di una consolazione importante per El Shaarawy che, come già sappiamo, non è stato chiamato da Cesare Prandelli per le pre-convocazioni per i prossimi campionati mondiali di calcio in Brasile, al via a partire dal prossimo 12 giugno.

Il calciatore, però, non ha avvertito la decisione del commissario tecnico azzurro come una cocente delusione anche perché è ben cosciente del fatto che la sua annata vissuta perlopiù fuori dal campo non avrebbe mai potuto convincere Prandelli a chiamarlo, nonostante la condizione fisica perfettamente recuperata e nonostante il fatto che El Shaarawy sia stato presente nel giro della Nazionale fino alla scorsa Confederation Cup.

Le dichiarazioni che il numero 92 rossonero ha concesso durante un evento organizzato da uno dei suoi sponsor, quindi, sono tutte indirizzate verso il futuro. El Shaarawy, dopo la precedente sessione estiva di calciomercato che l’ha visto perennemente sul piede di partenza, questa volta ha subito dichiarato fedeltà ai colori rossoneri, quasi per dribblare tutte le possibili domande sul mercato.

Nelle intenzioni del giocatore, inoltre, c’è anche la volontà di rientrare quanto prima nel giro azzurro. Queste sono state le sue principali dichiarazioni:

Il mio futuro è rossonero. Ripartirò sicuramente col Milan. Non avendo le coppe europee sfortunatamente, punteremo al campionato cercando di arrivare nei primi posti in classifica. Nazionale? Avrei avuto molte più possibilità se non mi fossi fatto male, ho giocato pochissime partite, era difficile avere la chiamata di Prandelli. Purtroppo sono stato anche tanto sfortunato, la frattura si è riaperta sullo stesso punto, ma sono contento di essere tornato anche a due giornate dalla fine e di aver fatto qualcosa.

Stephan El Shaarawy sa benissimo che deve ancora pagare il dazio della stagione 2012-13, un anno strano che ha visto contemporaneamente la sua esplosione e il suo calo di rendimento dopo l’arrivo in rossonero di Mario Balotelli. Il giovane calciatore non ha voluto trovare un nesso tra i due eventi e ha voluto sottolineare che il suo calo in questione ha riguardato soltanto i gol e non le prestazioni in generale.

El Shaarawy, infine, ha anche parlato della bollente situazione riguardante il prossimo allenatore del Milan, appoggiando seppur indirettamente la riconferma di Clarence Seedorf. Il giocatore ha affermato di aver avuto sempre un ottimo rapporto con l’allenatore olandese. Riguardo i problemi tra Seedorf e la società, però, El Shaarawy ha preferito non fornire la propria opinione.

Foto | © Getty Images