Lazio | Per la panchina c'è S. Inzaghi, per la difesa si punta ad Astori

Si delinea il calciomercato biancoceleste

FBL-ITA-SERIEA-CAGLIARI-INTER MILAN

L'addio di Giuseppe Biava, l'incognita sul futuro di Dias e il rendimento non soddisfacente degli altri difensori centrali, impongono alla Lazio di prelevare almeno una pedina affidabile per il reparto arretrato. E' sempre viva la pista che porta a Stefan De Vrij, nazionale olandese di 22 anni in forza al Feyenoord. Tuttavia, secondo quanto riportato da Il Tempo, i dirigenti del club di Rotterdam avrebbero deciso di temporeggiare fino alla conclusione del mondiale per aspettare offerte più vantaggiose nel caso in cui il difensore dovesse disputare buone partite in Brasile.

Poche ore fa Lotito e Tare avrebbero formulato un’offerta ufficiale al Cagliari con l’obiettivo di assicurarsi le prestazioni di Davide Astori: cinque i milioni di euro messi sul piatto, ma sono otto quelli richiesti dal club sardo. L'arrivo eventuale di Astori sarebbe, inoltre, ostacolato dal tentativo di Massimo Cellino di portare al Leeds il suo ex pupillo tramite un canale "preferenziale" con i dirigenti del Cagliari. Nel frattempo la Lazio ha comunicato tramite il proprio sito ufficiale di aver rinnovato il contratto del capitano Stefano Mauri per la durata di un anno. Dopo il prolungamento di Klose per un anno con opzione per il secondo, arriva il contratto di Mauri. Ecco le parole del centrocampista offensivo pronunciate subito dopo la firma:

"Quando ho firmato, lì per lì non ho pensato molto. L'intesa col presidente non è arrivata al momento della firma ma qualche ora prima. L'emozione forte l'ho vissuta al momento della stretta di mano. Negli ultimi mesi ho sempre detto e pensato di voler rimanere qui, e se possibile, di chiudere la carriera a Roma. Finalmente c'è stato questo incontro con il presidente e ci siamo trovati subito d'accordo. Continuo qui e sono felicissimo, non c'è molto altro da dire. Questa è la mia seconda casa, forza Lazio sempre!".

Per la panchina resta tutto ancora in bilico. Reja potrebbe lasciare il posto a Simone Inzaghi, attuale tecnico della Primavera, che sarebbe affiancato da Sebastiano Siviglia come secondo, mentre Alberto Bollini approderebbe alla Salernitana. Per Reja potrebbe profilarsi un posto come direttore tecnico, ma il tecnico goriziano non sembra convinto.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail