Roma, arrestato l'ex difensore Cherubini: aveva una pistola rubata

Torna a far parlare di sé Gianluca Cherubini, ex difensore ritiratosi dal calcio nella stagione 2008-2009, dopo aver giocato l’ultima stagione con la maglia del Chieti, senza collezionare nemmeno una presenza. Oggi 40enne, Cherubini è stato arrestato per essere stato trovato in possesso di una pistola rubata e domani sarà processato per direttissima. Già nel 2010, l’ex calciatore con un passato anche nella Roma, è stato al centro di un fatto di cronaca increscioso.

Gianluca Cherubini, cresciuto nella Reggiana, nell’estate del 1995 approdò alla Roma per quella che doveva essere la sua più grande occasione. Fallì: al termine del campionato collezionò solo 5 presenze e rientrò alla Reggiana l’anno dopo, prima di essere relegato ai campi di Serie C (oggi Lega Pro). Nessuno squillo più dal punto di vista calcistico, ma una grande paura nel 2006, quando vestiva la maglia del Giulianova: colpito in campo da un aneurisma celebrale fulminante nella gara contro il Novara, rischiò seriamente la vita, ma dopo due anni tornò a calcare i campi di gioco firmando con la sue ex squadre del Chieti.

Cal_7,65-cherubini

Stamane, Cherubini è stato sorpreso dai carabinieri di Roma Settecamini con una pistola calibro 765 rubata: intorno alle 10.30 sono scattate così le manette per l’ex calciatore che ha provato senza molta fortuna ad avviarsi alla carriera di allenatore. Dai primi controlli, l’arma in possesso dell’ex Roma, sarebbe stata rubata lo scorso mese di febbraio. Il 40enne romano è stato posto agli arresti domiciliari e domani sarà processato per direttissima con l’accusa di porto illegale d’arma da fuoco e ricettazione. Nel 2010, a Ostia, Cherubini litigò con un rivale in amore a cui staccò un orecchio a morsi.

  • shares
  • Mail