Italia - Costa Rica, Prandelli in conferenza stampa: "Non abbiamo scuse"

Dopo l’esordio vincente contro l’Inghilterra, l’Italia torna a scendere in campo domani contro la Costa Rica: è il secondo impegno degli azzurri ai Mondiali di Brasile 2014. Inserita nel Gruppo D, nel quale c’è anche l’Uruguay, l’Italia cercherà la seconda vittoria consecutiva che darebbe l’accesso diretto agli ottavi di finale della Coppa del Mondo. Ovviamente, non c’è da prendere l’impegno sotto gamba, poiché la Costa Rica, al debutto ha battuto in rimonta la più quotata nazionale uruguayana. Concentrazione massima dunque, anche perché si giocherà alle ore 13 locali (le 18 in Italia) e non sarà consentito il time out. Nel corso della conferenza stampa della vigilia, il ct azzurro Cesare Prandelli mette in guardia i suoi dalle insidie degli avversari:

"E' una squadra molto ben organizzata, che ha un sistema di gioco che conosce a memoria. E' una squadra molto temibile, perché qualche giorno fa ha meritato di vincere con l'Uruguay giocando a calcio. Per noi è una partita molto difficile, siamo pronti, non abbiamo scuse, il caldo non ci può fare paura. L'unica preoccupazione è l'avversario. Ma per forza di cose dobbiamo cercare un'altra vittoria''.

Il delegato Fifa presente a Recife, ha confermato che se domani la temperatura dovesse essere la stessa di oggi, nonostante il tasso di umidità altissimo, non sarà consentito il timeout. Non ne fa un dramma Cesare Prandelli, visto che la truppa si è ormai abituata alle condizioni atmosferiche:

"Il clima non ci spaventa più - prosegue il cittì - , ci spaventano le squadre e quindi diciamo che i sudamericani stanno dimostrando di avere più sprint. Le squadre europee hanno più resistenza, ma mancano di esplosività. I timeout? Sembra che tutto rimanga normale ma il clima non è normale, continua a cambiare. Secondo me andrebbero fatti sempre e comunque".

Italy Training & Press Conference - 2014 FIFA World Cup Brazil

La formazione non è stata ancora definita, ma di certo Prandelli non va a spifferare il suo vero sentore alla stampa. La verità è che sono poche le possibilità di vedere in campo De Sciglio e Barzagli, mentre Gigi Buffon dovrebbe riprendere il proprio posto tra i pali e la fascia di capitano:

"Ci sono ancora piccoli dubbi - ammette Prandelli - , decidiamo solo domani. Gigi ha fatto tre ottimi allenamenti, la caviglia ha ancora un lieve gonfiore, se reagisce bene all'allenamento ci sarà. Barzagli 'dopo i problemi di ieri oggi sta meglio, ma valuteremo domattina".

Sicuro titolare, invece, Mario Balotelli, autore della rete del 2-1 contro l’Inghilterra e sempre più divo in Brasile. Coccolato dalla sua Fanny e acclamato dai tifosi brasiliano, il bomber sembra aver messo da parte le sue “balotellate”, concentrato com’è sul sogno di conquista della Coppa del Mondo.

"L'importante è che lui sia concentrato - sottolinea ancora il ct Prandelli - e che faccia quello che ha fatto l'ultima gara, soprattutto per l'intensità di gioco. Lui è una delle 23 risorse, non si deve gestire e deve sempre dare il 100%".

Tra gli avversari, fa paura l’attaccante Joel Campbell, di proprietà dell’Arsenal, ma nelle ultime stagioni in prestito prima in Francia, poi in Spagna e infine in Grecia. Nel 4-5-1 di Pinto, Campbell è il perfetto terminale delle azioni provenienti prevalentemente dalle fasce:

"E' un attaccante moderno, un giocatore che sul primo controllo può orientarsi per cercare la profondità degli altri. E' interessante, ha un bel tiro da fuori. La Costa Rica è una squadra completa, che difficilmente puoi affrontare solo in un modo. Durante la partita dobbiamo essere pronti a cambiare atteggiamento tattico".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail