Pagelle Germania – Argentina 1-0 | Finale Mondiali Brasile 2014

Le pagelle di Germania – Argentina, finale dei Mondiali 2014, vinta dai tedeschi 1-0 (Gotze)

La Germania è campione del mondo per la quarta volta nella storia. Sconfitta l’Argentina 1-0 nella finale di Rio De Janeiro. Decide un gol di Gotze nel secondo tempo supplementare. E’ stata una bella partita. La Seleccion, tradita da Messi e dagli altri attaccanti, ci ha provato ma i tedeschi hanno meritato il trofeo anche per il percorso che li ha portati fino in finale. Festa grande a Berlino. Esulta la Angela Merkel in tribuna. E’ la vittoria di un movimento calcistico in continua crescita che ha un futuro ancora tutto da scrivere.

Ecco le pagelle della partita che ha riportato la Germania in vetta dopo 24 anni.

Le pagelle della Germania

Neuer 7: L’Argentina crea ma il portierone tedesco si segnala solo per un’uscita alla Harald Schumacher su Higuain che, fortunatamente, non fa la fine del francese Battiston, abbattuto nella semifinale di Spagna ’82. Sicuro nel gioco aereo. Spettacolare un’altra uscita nel finale su Rojo.

Howedes 6,5: Soffre Zabaleta e le incursioni degli attaccanti argentini poi si assesta e colpisce un palo clamoroso su azione d’angolo con Romero strabattuto. Si procura una palla gol anche all’80’ ma non è un attaccante e si vede. E’ il migliore dei difensori

Hummels 6- : Primo tempo tremolante. Gioca a sprazzi e, nei supplementari, si perde Palacio che fallisce il pallonetto sul portiere in uscita.

Boateng 6: Non è sicuro alla stregua del collega di reparto, in particolare, sulle palle lunghe. Cresce da metà ripresa, ritrovando sprint e velocità. Ottime le due chiusure, nel finale, su Messi e Aguero. Bene nei supplementari.

Lahm 6,5: Torna alle origini giocando da esterno. Gioca in copertura soprattutto dopo l’uscita di Kramer. Qualità e quantità anche nella partita più importante.

Kramer s.v.: Si ritrova in campo, in extremis, al posto dell’infortunato Khedira e cerca di imitarne lo stile di gioco inserendosi nella linea difensiva argentina. Poco servito, prende una botta in testa ed esce tramortito alla mezzora dopo aver tentato di resistere al dolore. Sfortunato.

Schweinsteiger 6.5: L’infortunio di Kramer ne preclude la spinta offensiva. Sfinito nei supplementari, non è di grande aiuto ai compagni ma non vuole saperne di uscire anche con il volto sanguinante. Preziosissimo nel finale.

Kroos 5,5: Serve Higuain solo davanti a Neuer con uno sciagurato retropassaggio di testa. Ozil gli serve l’assist dell’1-0 ma calcia maldestramente di piatto dal limite.

Ozil 5,5 : Anonimo nonostante gli avversari lo lascino piuttosto libero sulla trequarti. Si iscrive alla partita al 60′ con una deviazione maldestra in area poi serve mirabilmente Kroos all’82’ che spreca dal limite poi poco altro.

Muller 6,5: Sgraziato come al solito. Sa comunque rendersi insidioso procurandosi falli e inserendosi in area. Corre tantissimo. Esce Klose e va a fare la punta senza grandi risultati ma la sua è una prestazione più che sufficiente.

Klose 6: Sgomita e ci prova ma Demichelis e Garay lo controllano e lo rendono inoffensivo. Merita comunque la sufficienza

Schurrle 7.5: Entra al posto di Kramer e impensierisce subito Romero. Potrebbe sbloccare la partita al 70′ ma cincischia e perde palla. Sempre dinamico, scalda le mani al portiere argentino all’inizio dei supplementari. E’ suo l’assist per Gotze che decide la partita.

Gotze 8: Entra nella storia del calcio teutonico con il gol che dà il Mondiale alla Germania. Come Iniesta nel 2010, decide la finale nei supplementari. Era l’uomo più discusso. Ora non più…

Mertesacker s.v: Gioca un minuto, il tempo per entrare nel tabellino della finale.

Le pagelle dell’Argentina

Romero 6: Una bella parata su Schurrle (ma c’era fuorigioco di Ozil) e ordinaria amministrazione nella prima frazione. Poco impegnato nella ripresa. Ci pensa di nuovo Schurrle a svegliarlo. Incolpevole sul gol.

Zabaleta 6.5: Buona partita per l’esterno del City.

Rojo 6: Non spinge come nelle precedenti partite preoccupato da Muller e Schurrle. Quando lo fa, si rende pericoloso. Serve a Palacio la palla del vantaggio nei supplementari ma il compagno la fallisce malamente.

Garay 5.5: Controlla senza affanni. Dalle sue parti non si passa fino al gol di Gotze quando sia lui che Demichelis si perdono l’attaccante tedesco.

Demichelis 5.5: Fa valere l’esperienza contro Klose e lo disinnesca poi lascia libero Gotze e l’errore, oltre a rovinare una buona prestazione, costa carissimo all’Argentina. Come per Garay lo “punisco” privandolo di un buon voto.

Biglia 5,5: Si sente e si vede poco rispetto agli altri 21 in campo (subentrati esclusi).

Mascherano 6: Solito mastino, si piazza davanti alla difesa nel suo ruolo naturale. Le prende e le dà anche un pò troppo. Quando Messi si assenta, diventa lui il leader della squadra.

Perez 6: Non è Di Maria ma non fa mancare il suo contributo tentando anche qualche sortita in avanti. Attento e disciplinato. Buon giocatore.

Higuain 5,5: Protagonista nei primi 45’. Suo il primo tiro della partita. Si mangia il gol del vantaggio solo davanti a Neuer servito da Kroos poi Stefani gli annulla giustamente l’1-0 per un netto fuorigioco. Neuer lo abbatte in uscita. Esce con qualche rimpianto.

Messi 5: Se si esclude un’accelerazione su Hummels nel primo tempo si vede poco fino a quando si presenta a tu per tu, da posizione defilata, con Neuer che ne neutralizza la spizzata con l’aiuto di Boateng. Grazia il portiere tedesco con un tiro che lambisce il palo a inizio ripresa. Un’occasione che la Pulga non sbaglia mai. Dopo il solito e inspiegabile conato di vomito, si limita al fraseggio. Torna a farsi vivo nel finale ma con poco costrutto. Maradona il suo Mondiale lo ha vinto. Leo deve aspettare altri 4 anni.

Lavezzi 7: Quando aumenta i giri del motore, i tedeschi sbandano e non riescono a prenderlo. Si sacrifica anche in copertura. Peccato che la sua partita duri solo 45 minuti prima del cambio con Aguero, forse, dovuto a un infortunio.

Aguero 5: Entra con determinazione e voglia al punto da farsi ammonire ma fa rimpiangere Lavezzi. Rischia l’espulsione per una manata su Schweinsteiger. Deludente.

Palacio 5: Che occasione per l’interista nel primo tempo supplementare con il pallonetto che si spegne sul fondo con Neuer superato.

Gago sv

Le Foto di Germania-Argentina, finale Mondiali 2014

Ultime notizie su Campionati Mondiali

Tutto su Campionati Mondiali →