Verona: Moras vola in Australia per donare il midollo al fratello

Il difensore greco dell’Hellas Verona corre dal fratello malato di leucemia: era l’unico donatore compatibile, il gesto commovente immortalato in una foto

La foto ha fatto il giro del Mondo in poche ore tramite i social network: Vangelis Moras, difensore dell’Hellas Verona, ha compiuto un gesto di grande amore nei confronti del fratello Dimitris, malato di leucemia. Essendo l’unico donatore compatibile, Vangelis ha lasciato temporaneamente il ritiro degli scaligeri in vista del campionato 2014-2015, per prendere un volo per l’Australia e dare una speranza al fratello. Dimitris Moras si trovava in vacanza nella “terra dei canguri”, quando la leucemia che ha contratto da tempo, si è aggravata, richiedendo cure immediate.

Dopo mesi e mesi di esami, il trapianto di midollo è apparsa l’unica soluzione possibile per Dimitris Moras e l’unico donatore compatibile era il fratello calciatore famoso. A quel punto, però l’intoppo: il ragazzo non poteva tornare in Europa, poiché il viaggio lo avrebbe ulteriormente debilitato mettendone a rischio la vita. Vangelis, non ci ha pensato su due volte: appena rientrato a Verona dopo le vacanze prolungate per via dei Mondiali disputati con la nazionale greca, è passato in sede, ha rinnovato il contratto, salutato la truppa in ritiro ed è volato alla volta di Melbourne.

Raggiunto il fratello in ospedale, Vangelis Moras è stato subito operato per il prelievo del midollo: l’intervento è andato perfettamente e per un po’ il calciatore dovrà stare a riposo, ma quel che conta è l’aver ridato una speranza al fratello, che posa con lui in una foto ricordo sul letto dell’ospedale australiano. Tra qualche giorno il volo di ritorno per l’Italia, con i compagni del Verona pronti ad accoglierlo orgogliosi per il nobile gesto.

I Video di Blogo

Cristiano Ronaldo live su Instagram: “Quel signore dall’Italia che dice bugie…”