La Roma è tutta di Pallotta: prelevato il 31% di Unicredit

Manca solo l’ufficialità: James Pallotta ha praticamente rilevato le quote della Roma, prendendosi tutti il club giallorosso

La Roma è tutta di James Pallotta: lo rivela un’indiscrezione de ‘Il Messaggero’ , secondo cui manca ormai poco all’annuncio ufficiale da parte dell’imprenditore americano. In queste ore, infatti, Pallotta avrebbe predisposto tutte le pratiche ufficiali per il prelievo del 31% di Neep Roma Holding detenuto attualmente dalla banca Unicredit. Una volta perfezionata questa operazione, porterà Pallotta e i suoi soci a detenere il 100% delle quote della Roma, firmando un assegno da circa 55 milioni di euro. L’annuncio ufficiale, stando alle voci raccolte dal quotidiano romano, arriverà nel giro di una settimana.

Al di là del passaggio di consegne definitivo, si tratta di un’acquisizione che chiude un’epoca, nella quale Unicredit ha traghettato la Roma da una situazione economica disastrosa a lidi più sicuri. Dal rischio fallimento ad un ruolo di prim’ordine nel calcio italiano ed europeo, nonostante una serie di vicissitudini sportive, la Roma ne ha fatta di strada e ora può guardare al futuro con molto ottimismo, anche per via del progetto del nuovo stadio. Prelevando il rimanente 31% di Neep, la società che controlla il pacchetto di maggioranza del club capitolino, Pallotta sarà praticamente proprietario unico.

Che la situazione fosse in evoluzione, lo si era capito già tre giorni fa, quando durante l’ultimo cda della Roma, aveva lasciato la propria poltrona Mark Pannes. Uomo di fiducia di Pallotta, Pannes da oggi in poi si occuperà esclusivamente del “Nuovo Stadio della Roma”, mentre il suo posto nel consiglio d’amministrazione sarà preso da Stanley Philip Gold, uomo d’affari con un passato alla Disney. Pallotta, dunque, continua a rafforzare l’establishment societario, dopo aver già potenziato notevolmente la rosa a disposizione di Rudi Garcia. I tifosi giallorossi non possono che sognare in grande.