Genoa-Napoli 1-2 | Telecronaca di Auriemma, radiocronaca Rai – Video

La vittoria esterna degli azzurri commentata in diretta

di antonio

Vittoria all’ultimo respiro per il Napoli di Benitez che supera il Genoa grazie ad un gol di de Guzman, calciatore acquistato pochi giorni fa dalla società partenopea. Gli azzurri si consolano parzialmente dall’eliminazione in Champions League contro l’Athletic Bilbao e conquistano tre punti ormai insperati che fanno morale. Per la squadra di Gasperini è una grande delusione, ma nel finale il Napoli ha creato molto e i padroni di casa, dopo alcuni salvataggi, sono crollati all’ultimo assalto.

CLICCA QUI PER LA TELECRONACA DI RAFFAELE AURIEMMA

Numeri e statistiche – Il Napoli rispetta il suo score e segna anche stavolta nel primo tempo: nello scorso campionato i partenopei sono stati la squadra che ha segnato di più nei primi tempi (43 gol). Il Napoli rimase imbattuto nelle prime sette giornate della stagione 2013/2014 (6V, 1N). Il Genoa, invece, esordì con due sconfitte nelle prime due giornate dello scorso campionato, e vinse solo una partita nelle prime sette giornate.

Con questa partita il Napoli ha vinto all’esordio in campionato nelle ultime quattro stagioni, segnando undici reti e subendone solo due. Nessun pareggio nelle ultime otto occasioni in cui queste due squadre si sono affrontate a Genova. Il Genoa ha vinto solo una delle ultime dieci partite giocate contro il Napoli in Serie A (3-2 in casa nel gennaio 2012).

Le parole di Gasperini a fine partita:

“C’è grande delusione, è come aver perso una finale. Tuttavia abbiamo offerto una buona gara, il primo tempo è stato molto positivo. Abbiamo creato tante difficoltà al Napoli, aprendo però il campo alle loro azioni. Tuttavia abbiamo creato di più, è un peccato perché la prestazione è stata notevole. Il Genoa ha fatto bene contro una squadra importante, nel finale abbiamo dovuto fare qualche cambio non avendo però lo stesso riscontro. Peccato non aver ottenuto almeno un pari, abbiamo giocato alla pari se non meglio del Napoli. Qualche volta è stata colpa nostra, ma in altre occasioni è stato bravo Rafael. Credo che, se fossimo andati in vantaggio, la gara avrebbe avuto un altro risvolto. Purtroppo abbiamo subito un goal dopo tre minuti, ma sono comunque soddisfatto”.

Le impressioni di Benitez:

“Era una partita da vincere, non abbiamo giocato come vogliamo ma oggi contava vincere e l’abbiamo fatto. Dobbiamo migliorare, non è certo stata una partita perfetta. Ma tanti giocatori sono arrivati dal Mondiale, con poco allenamento abbiamo dimostrato quello che possiamo fare. Ora possiamo andare in Nazionale tranquilli. Dopo la prima giornata sembrava che Roma, Juventus e Milan avessero vinto il campionato e che chi perdeva era già in B. Al calcio italiano serve tranquillità, altrimenti ogni partita è una questione di vita o di morte. Dopo il Mondiale non è stato facile, sono arrivati dei nuovi calciatori, si è vista tanta qualità. Loro hanno avuto delle occasioni, come noi, il loro portiere, Perin, ha fatto delle belle parate, a fare la differenza è stato quello che abbiamo fatto fino alla fine. Dopo pochi minuti potevamo essere già sullo 0-2, poi abbiamo concesso un pò di spazio”.