Fiorentina, calvario infinito per Rossi: deve operarsi di nuovo

Il centravanti viola Giuseppe Rossi deve operarsi ancora una volta: tempi di recupero stimati in 6-7 settimane

L’indiscrezione circolava da qualche giorno, ma ora c’è anche l’ufficialità da parte della Fiorentina: Giuseppe Rossi dovrà operarsi nuovamente. Non si tratta di un intervento molto invasivo, ma comunque allungherà i tempi di recupero dell’attaccante viola. Lo staff medico della Fiorentina ha tentanto in tutti imodi di scongiurare la quarta operazione, ma non c’è stato nulla da fare e ora ‘Pepito’ sarà costretto a volare in Colorado per un consulto e poi si sottoporrà all’intervento in (artroscopia diagnostica) nel corso della settimana. Oggi la Fiorentina ha diramato un bollettino medico ufficiale, tramite il quale ha fatto luce sulle condizioni fisiche di Rossi:

“La Fiorentina comunica che Giuseppe Rossi è stato visitato dal dottor Andrew Williams a Londra. Dal consulto è emersa la necessità di un intervento di artroscopia diagnostica al fine di risolvere gli attuali problemi di sovraccarico al ginocchio destro. L’intervento sarà eseguito nel corso di questa settimana, a seguito di una nuova consulenza richiesta dallo stesso atleta con il dottor Steven Singleton, assistente del professor Richard Steadman a Vail (Colorado)”.

Il calvario di Giuseppe Rossi, dunque, si allunga: il giocatore aveva iniziato il ritiro estivo con molto entusiasmo dopo essere stato escluso dai mondiali di Brasile 2014 per scelta dell’allora CT azzurro Cesare Prandelli. Dopo le prime settimane di allenamento differenziato, Rossi aveva avuto qualche problemino muscolare, poi lo scorso 14 agosto il nuovo problema al ginocchio destro, già operato in passato. Nel corso di una sessione di allenamento, il ginocchio è andato in ipertensione interessando sia l’articolazione in sé sia il menisco.

Con il passare dei giorni e le terapie seguite sotto lo sguardo attento dello staff medico della Fiorentina, l’infiammazione e il dolore sono andati via via scomparendo, ma non il rischio di incappare in nuovi infortuni. Il consulto avuto a Londra, ha ribadito la necessità di risolvere il problema una volta per tutte, per cui è necessario un altro intervento. Al momento, la Fiorentina non effettua stime precise sui tempi di recupero, che verranno calcolati durante la terapia dopo l’intervento (qualcosa in più dovrebbe sapersi dopo il consulto in Colorado). Secondo la ‘Gazzetta dello Sport’, al momento, si possono ipotizzare almeno 6-7 settimane di stop.