Milan, Filippo Inzaghi rimanda i giudizi: “Tra tre mesi vedremo dove saremo in classifica”

Le dichiarazioni dell’allenatore rossonero alla vigilia della partita contro il Parma.

Dopo aver superato indenne la prova della prima giornata di campionato, e del debutto come allenatore in Serie A, regalando ai tifosi rossoneri una convincente vittoria ai danni della Lazio, Filippo Inzaghi, in occasione della seconda giornata che vedrà impegnato il Milan in trasferta a Parma, si ritrova con l’obiettivo di infrangere subito un piccolo tabù.

Il Milan, infatti, non vince le prime due partite di un campionato di Serie A dal lontano 2006-07 e un’eventuale vittoria al Tardini, non solo sfaterà questa piccola maledizione, ma potrebbe dare un ulteriore quadro del reale stato di salute del nuovo Milan di Inzaghi che, dopo l’esordio vincente, in questi giorni ha dovuto inserire i neo-acquisti Fernando Torres, Marco Van Ginkel e Jack Bonaventura nei meccanismi della squadra.

Tra questi tre giocatori, l’ex atalantino, che già ha tanto impressionato Inzaghi, potrebbe debuttare direttamente da titolare con la sua nuova maglia ma anche l’attaccante spagnolo ex Chelsea potrebbe ritagliarsi fin da subito il proprio spazio in campo.

La parola d’ordine di Inzaghi, a parte ciò, resta cautela: la prerogativa dell’allenatore piacentino è preparare ogni partita con calma e giocare per la vittoria. Per le valutazioni, insomma, c’è tempo.

Ecco quali sono state le sue dichiarazioni principali rilasciate durante la conferenza stampa pre-partita:

E’ chiaro che per arrivare a livello di squadre che lo scorso anno ci hanno dato 40 punti c’è da fare tanto. La prima cosa è non illudersi. Bisogna essere molto sereni e vivere di partita in partita, ma senza porci limiti e dare ai miei calciatori delle certezze. Tra tre mesi vedremo dove saremo in classifica e saremo in grado di fare un bilancio. E’ sempre un piacere tornare, ma ora qui voglio vincere e dobbiamo pensare solo a quello. Tutte le gare sono fondamentali, ma ora voglio continuità di rendimento della squadra. Non vedo l’ora che arrivi la partita per vedere, mi auguro, i miglioramenti fatti. Ho visto una crescita in tutto questo mese. Dobbiamo ricordarci che siamo arrivati ottavi lo scorso anno. La prima gara ci ha dato gioie, ma un risultato negativo può cambiare i giudizi sul nostro conto.

Durante la conferenza stampa, Filippo Inzaghi ha elogiato pubblicamente Keisuke Honda, autore del primo gol rossonero ufficiale di questa stagione, e ha smentito l’esistenza di un caso Rami. Riguardo Giampaolo Pazzini, invece, Inzaghi ha dichiarato che le sue condizioni fisiche non sono ancora ottimali.

Anche questa settimana, infine, Inzaghi ha sottolineato l’ormai consueta visita di Silvio Berlusconi a Milanello, affermando che il presidente onorario rossonero infonde la solita carica ai giocatori.

Foto | © Getty Images

Ultime notizie su Allenatori

Tutto su Allenatori →