Atalanta – Juventus 0-3 | Highlights Serie A 2014/2015 | Video gol (34′ e 58′ Tevez, 82′ Morata)

Per la Juve, è la quinta vittoria consecutiva senza subire reti.

[iframe width=”620″ height=”349″ src=”http://vk.com/video_ext.php?oid=47860309&id=170181034&hash=1d16d2cdb4a113b3&hd=1″ frameborder=”0″]

La Juventus ha battuto l’Atalanta con il risultato finale di 3-0 allo Stadio Atleti Azzurri d’Italia di Bergamo. Nonostante il punteggio rotondo, la vittoria degli uomini di Massimiliano Allegri non è stato affatto semplice: la squadra allenata da Stefano Colantuono, infatti, ha contribuito a dare vita ad un match acceso, a viso aperto, fino al 3-0 finale che ha definitivamente spento gli ultimi fuochi atalantini.

La Juventus si porta a casa la quinta vittoria consecutiva, senza subire gol, raggiungendo la Roma che si è goduta qualche ora al primo posto da sola dopo la vittoria del pomeriggio ottenuta contro il Verona. La sesta giornata di Serie A sarà caratterizzata proprio dallo scontro diretto tra le due dominatrici di questo campionato.

Tornando ad Atalanta – Juventus, la squadra di Allegri è stata paziente nel saper colpire al momento giusto. Come nella partita contro l’Inter, l’Atalanta non si è mai resa particolarmente pericolosa in attacco: il Gomez visto finora in nerazzurro è lontano parente di quello ammirato con la maglia del Catania mentre Denis e Boakye devono ancora lavorare sulla loro intesa. Per quanto riguarda il primo tempo, si può dire che l’occasione più pericolosa è arrivata praticamente subito con un tiro di Baselli che Buffon ha accompagnato fuori.

Come già scritto, la Juventus ha saputo aspettare e dopo la mezz’ora abbondante di gioco ha premuto sull’acceleratore con una serie insistita di azioni in attacco: al 34esimo, Lichtsteiner ha messo in mezzo un pallone d’oro, con un cross morbido che ha messo fuori causa Sportiello; con la porta sguarnita, Tevez è stato lesto nel correre verso il pallone e scagliarlo in rete. E’ arrivato, così, l’1-0.

Il primo tempo si è chiuso con Ogbonna che ha spaventato Allegri con un infortunio che non si è rivelato troppo serio: come sappiamo, infatti, il trio difensivo della Juventus di stasera è stato praticamente obbligato visto le numerose assenze.

Nel secondo tempo, Colantuono ha provato a cambiare le carte in tavola, introducendo Molina. La Juventus si è limitata a controllare la gara senza insistere troppo nella ricerca del gol della sicurezza. L’Atalanta, però, ha azzeccato la giocata giusta: cross di Baselli per Boakye che ha servito di testa Molina, fermato fallosamente da Chiellini. Grazie al replay, però, si è potuto notare che il contatto tra i due giocatori non è stato così netto: l’ipotesi della simulazione non è esclusa.

Denis ha battuto un buon calcio di rigore, angolato al punto giusto, ma anche la risposta di Buffon è stata altrettanto buona. Pericolo scampato.

Per l’Atalanta, si è consumata anche la beffa: l’azione si è capovolta, Tevez è arrivato al tiro e la sua conclusione rasoterra, tutt’altro che imprendibile, è terminata in rete. E’ probabile che Sportiello, non esente da colpe, non abbia visto partire la conclusione.

L’Atalanta, però, non si è arresa: l’occasione da gol più ghiotta per riaprire il match è arrivata al 77esimo con una conclusione di Molina, a tu per tu con Buffon, che l’ex giocatore del Modena non è riuscito a tenere bassa.

Dopo una conclusione dalla distanza di Zappacosta, Morata, entrato al posto di Llorente, ha trovato il suo primo gol italiano, concludendo di testa un’azione perfetta confezionata da Tevez e Pereyra.

La partita è chiusa.

Vittoria preziosa per la Juve, ottenuta in un campo non facile.

Atalanta – Juventus 0-3 | Il tabellino

Atalanta (4-4-2): Sportiello; Zappacosta, Biava, Benalouane, Dramé; Estigarribia (49′ Molina), Baselli (64′ Cigarini), Carmona, Gomez (75′ Bianchi); Denis, Boakye.
Panchina: Avramov, Stendardo, Cherubin, Scaloni, Del Grosso, Raimondi, Migliaccio, D’Alessandro, Moralez.
All. Colantuono.

Juventus (3-5-2): Buffon; Ogbonna, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Vidal (70′ Pereyra), Marchisio, Pogba, Evra; Llorente (67′ Morata), Tevez (85′ Coman).
Panchina: Storari, Rubinho, Mattiello, Asamoah, Pepe, Padoin, Giovinco.
All. Allegri.

Arbitro: Orsato.

Marcatori: 34′ Tevez (J), 58′ Tevez (J), 82′ Morata (J).

Ammoniti: Benalouane e Molina (A), Marchisio, Chiellini ed Evra (J).

Foto | © Getty Images