Giudice Sportivo, Serie A: curva del Verona chiusa. Graziata la Roma per i cori su Pessotto

Multa di 30 mila euro all’Inter per i cori insultanti l’origine territoriale dei napoletani

Il Giudice sportivo Gianpaolo Tosel ha deliberato la chiusura per un turno della curva Sud dell’Hellas Verona. Alla base della decisione c’è il fatto che i tifosi scaligeri hanno “indirizzato al calciatore Sulley Muntari, ogniqualvolta entrava in possesso del pallone, il coro “uh, uh, uh” distintamente percepito in altri settori dello stadio”. Nel comunicato ufficiale si legge quindi che “tale condotta integra inequivocabilmente, senza la necessità di ulteriori approfondimenti, gli estremi del “comportamento espressivo di discriminazione per motivi di razza”. La società gialloblu è stata inoltre multata per 50 mila euro. Ai quali si aggiungono altri 3000 “per grida ingiuriose” verso l’arbitro indirizzate dai tifosi al 48esimo della ripresa.

Ammenda di 30 mila euro all’Inter per i cori insultanti l’origine territoriale nei confronti del Napoli. Nessun riferimento, e quindi nessuna sazione, per i cori su Gianluca Pessotto uditi nel corso dell’anticipo pomeridiano Roma-Chievo.

Per quanto riguarda i singoli calciatori, squalificati per una giornata Cacciatore (Sampdoria), Coppola (Cesena), Marquez (Verona) e Padoin (Juventus).

Entrano in diffida Rigoni (Palermo), Zaza (Sassuolo), Avelar (Cagliari), Benassi (Torino), Capelli (Cesena), Carmona (Atalanta), Parolo (Lazio), Tachtsidis (Verona), Vazquez (Palermo), Marchetti (Lazio). Ammonizione con diffida anche per Mazzarri (Inter) e Pecchia (Napoli), oltreché per il dirigente Moioli (Atalanta).

Tra gli allenatori diffida per Mazzarri e per il vice di Benitez Pcchia.

Da segnalare, infine, che Genoa, Hellas Verona, Internazionale, Juventus, Milan, Napoli, Palermo, Torino e Udinese non hanno ricevuto provvedimenti per l’introduzione nello stadio, da parte dei propri sostenitori, di “materiale pirotecnico di vario genere (petardi, fumogeni e bengala)”.

I Video di Calcioblog