Napoli, Higuain e Albiol dimenticati a Berna?

Nel caos del dopo Young Boys – Napoli, l’attaccante argentino e il difensore spagnolo sarebbero stati dimenticati dal club azzurro

In ogni dramma c’è sempre un lato curioso, se non addirittura ridicolo. E anche nel dramma sportivo del Napoli c’è qualche aspetto che fa sorridere, forse anche i tifosi più sfegatati. Dopo la pesante sconfitta di Europa League contro lo Young Boys, la società azzurra avrebbe ‘dimenticato’ a Berna Gonzalo Higuain e Raul Albiol. Ciò sarebbe accaduto in conseguenza del caos che si è scatenato nel post partita a causa della violenta contestazione dei tifosi napoletani, i quali si sono scaraventati contro il pullman sul quale viaggiavano calciatori e staff tecnico. Sul sito di Raffaele Auriemma si legge:

Arrivano ultime da Berna circa quanto accaduto nel post-partita di Young Boys – Napoli. Come già scritto nelle ultime ore, il pullman azzurro è stato preso d’assalto dai tifosi furibondi che ne hanno rotto i tergicristalli. Emergono però altri dettagli. L’autobus del Napoli, a causa del pericolo rappresentato dalla calca dei supporter, è stato costretto a lasciare lo stadio con qualche minuto di anticipo per fuggire all’aggressione. Nel frattempo però, non tutto il gruppo era già salito a bordo. Raul Albiol e Gonzalo Higuain infatti, in quel momento erano ancora impegnati con i controlli anti-doping. I due ex Madridisti sono rimasti a Berna insieme al medico sociale Enrico D’Andrea, ma per loro era già stato organizzato il viaggio di ritorno per questa mattina alle 6,30.

Non è chiaro se si sia tratta di una bizzarra (e comunque grave) dimenticanza o se il volo posticipato e ad hoc fosse già stato programmato prima della gara o, ancora, se questo sia diventato necessario alla luce delle violenze dei supporters campani. Sta di fatto che l’aria intorno al Napoli e a Rafa Benitez diventa sempre più pesante. La gara interna di domenica prossima contro il Verona è di quelle che non si possono sbagliare. Anzi, senza troppi giri di parole, è di quelle da vincere. Altrimenti non si possono escludere decisioni clamorose da parte di Aurelio De Laurentiis.