Giudice sportivo: doppia multa alla Roma, stangato Cigarini

Le decisioni del giudice sportivo Giampaolo Tosel dopo il turno infrasettimanale: giallorossi sanzionati per cori insultanti e uso di radioline illegali

Il giudice sportivo Giampaolo Tosel ha diramato l’elenco delle sanzioni prese dopo la nona giornata di Serie A, il turno infrasettimanale conclusosi ieri sera con il posticipo tra Lazio e Verona. Multate Roma e Atalanta, mentre Luca Cigarini, faro del centrocampo nerazzurro, è stato stangato con tre turni di squalifica, mentre altri provvedimenti sono stati presi nei confronti si ulteriori sei calciatori. Quanto al club giallorosso, che agguantato in vetta alla classifica la Juventus, Tosel ha comminato una doppia sanzione, dovuta ad una duplice violazione delle norme vigenti.

La Roma dovrà pagare 15 mila euro di multa “per avere suoi sostenitori, al 7° del secondo tempo, intonato un coro insultante per motivi di origine territoriale”, ossia i “soliti” cori contro i napoletani. Ulteriori 12 mila euro di multa dovranno essere pagati “a titolo di responsabilità oggettiva per avere un componente della panchina aggiuntiva, nel corso del primo tempo, fatto uso reiteratamente di una apparecchiatura rice-trasmittente”. Una costante questa seconda ammenda: da quando è in Italia, infatti, il tecnico Rudi Garcia ha fatto costantemente uso di un classico walkie talkie, con il quale comunica con un suo collaboratore presente in tribuna, da dove la partita pare si “veda” meglio.

All’Atalanta, invece, “solo” 5 mila euro “per avere suoi sostenitori, nel corso della gara, lanciato nel recinto di giuoco alcuni petardi e bengala ed acceso nel proprio settore numerosi altri petardi e bengala”. La sanzione più pesante della giornata spetta al centrocampista Cigarini, squalificato per tre turni con la seguente motivazione: “doppia ammonizione per proteste nei confronti degli Ufficiali di gara e per comportamento scorretto nei confronti di un avversario (una giornata); per avere, all’atto della consequenziale espulsione, nell’uscire dal terreno di giuoco, rivolto all’Arbitro un’espressione ingiuriosa (due giornate)”.

Due giornate di squalifica per Cordaz, calciatore del Parma reo di aver ingiuriato gli ufficiali di gara direttamente dalla panchina. Una giornata ai calciatori Cavanda (Lazio), Avelar (Cagliari), Benalouane (Atalanta), Muntari (Milan) e Rigoni (Palermo). Multa di 2.000 euro per il calciatore belga del Napoli, Mertens, autore di una simulazione contro l’Atalanta.

I Video di Calcioblog

Ultime notizie su Allenatori

Tutto su Allenatori →