Derby di Torino | Ventura contro un tifoso granata: “Ti taglio la gola!” – Video

Il tecnico granata reagisce con un brutto gesto dopo il derby perso

di antonio

[iframe width=”620″ height=”350″ src=”https://youmedia.fanpage.it/embed/VHt0reSwcCMFSPpq?bar=1&autoplay=1″ frameborder=”0″]

Cinque secondi di rabbia incontrollata. Il derby perso all’ultimo secondo contro la Juventus, l’ennesimo del Torino negli ultimi anni, una partita combattuta dai suoi giocatori su ogni pallone, la consapevolezza di aver dato tutto. Il momento difficile in campionato e una classifica che comincia a preoccupare anche i tifosi. E poi gli insulti di un sostenitore isolato che forse come Ventura era troppo deluso per il risultato.

Il tecnico dei granata non l’ha presa bene e si è lasciato andare ad un gesto eloquente, brutto da vedere. “Ti taglio la gola!”, urlava Ventura al tizio sulle tribune che forse non si aspettava una reazione così forte. Una scena indubbiamente discutibile perché, senza cadere nello stucchevole refrain del “buon esempio”, un allenatore navigato non può scivolare nella minaccia più becera e violenta. Neanche sotto pressione e dopo una gara tiratissima. Ventura, che mai si è reso protagonista di tali gesti, si è scusato subito dopo. Un comportamento saggio.

Juventus – Torino 2-1 | Foto

Ai microfoni di Sky, l’ex allenatore di Cagliari, Samp e Bari, ha spiegato l’accaduto scusandosi anche con gli spettatori:

“Un tifoso mi ha fatto perdere la testa. Non si possono insultare i calciatori dopo una prestazione del genere. Un tifoso del genere non merita nemmeno di venire allo stadio. Ci vuole rispetto, devono imparare la parola rispetto. Chiedo scusa a tutti per il mio gesto ma siamo esseri umani anche noi. Sarebbe stato meglio se mi fossi rinchiuso subito negli spogliatoi. Poi è chiaro, c’è un rammarico: cerco di insegnare a ragazzi di 19-20 anni come ci si comporta e poi per 5 secondi di rabbia… Io dico che ci vuole sempre rispetto”.

Ventura ha parlato anche della partita, in particolare dell’episodio chiave che ha condannato il Torino alla sconfitta:

“L’esperienza si fa giocando: abbiamo perso palla a 15 secondi dalla fine, bastava buttarla avanti. Abbiamo perso una partita che avremmo già avuto rammarico nel pareggiarla. Le migliori occasioni per vincere le abbiamo avute noi. Abbiamo giocato una buonissima partita contro il Bruges e dopo 48 ore ne abbiamo fatto un’altra contro la Juve. Finalmente potevo andare all’Olimpico di Roma senza essere insultato: ci ho provato, non è andata bene”.

Gianluigi Buffon ha elogiato su Facebook il tecnico granata facendo anche i complimenti agli avversari:

Onore al Torino….onore a Ventura per come fa giocare la squadra,per la signorilità nel dopo-gara e per la sottile ironia che lo rende sempre piacevole!!!!!!Troppo felice per i miei compagni….per la nostra gente….e per la classifica!!!!Orgoglioso di essere 1/26 di questa squadra!!!

Gigi

I Video di Calcioblog