Parma, Doca smentisce acquisto: “La società è di Ghirardi”

Retromarcia dell’orefice italo-albanese Pietro Doca: il Parma è ancora di Ghirardi, smentito il comunicato ufficiale di ieri

Il Parma è ancora di Tommaso Ghirardi: lo dice Pietro Doca, colui il quale, secondo il comunicato ufficiale diramato ieri dalla società emiliana, sarebbe invece il nuovo presidente. Il 43enne titolare di una gioielleria di Piacenza, dunque, avrebbe smentito che il passaggio del pacchetto azionario di Ghirardi verso la nuova cordata di proprietari sia stato effettivamente perfezionato. Eppure, ieri c’era stato tanto di comunicato che annunciava il nuovo organigramma societario e che dava appuntamento al 19 dicembre ore 18 per una conferenza stampa allo Stadio Tardini che avrebbe dovuto chiarire ogni dubbio sul cambio di proprietà.

Doca presidente, Giordano vicepresidente e Leonardi direttore generale: ieri il comunicato del Parma indicava il nuovo organigramma della società ducale e affermava che erano stati definiti gli ultimi dettagli per il passaggio di consegne. Cosa che in realtà non è ancora avvenuta: lo fa sapere lo stesso Pietro Doca, qualche anno fa candidato al comune di Lodi, al giornalista piacentino Andrea Pasquali. Successivamente raggiunto dall’agenzia Ansa con un Sms, il gioielliere ha confermato che la trattativa per l’acquisto del pacchetto azionario del Parma non è ancora stato completato.

“Considerato quanto emerso preciso che ad oggi il Parma calcio non è stato ufficialmente ceduto mediante atto notarile di compravendita e la proprietà è ancora del dottor Ghirardi. La trattativa di acquisizione – ha aggiunto Doca – era in dirittura di arrivo, l’obbiettivo era giungere all’acquisizione del club emiliano laddove venissero verificate tutte le condizioni necessarie. Pertanto ad oggi non è stato raggiunto alcun accordo definitivo”.

I tifosi del club emiliano, che speravano nell’inizio di un nuovo corso che desse maggiore solidità alla società e alla squadra, attualmente ultima in classifica in Serie A, devono dunque attendere ancora. Le parole di Doca gettano ombre su una trattativa che sembrava praticamente conclusa. Si tratta di un vero e proprio fulmine a ciel sereno, anche perché ieri Doca aveva rilasciato importanti dichiarazioni al sito ufficiale del Parma e aveva confermato l’acquisto della società anche al sindaco Pizzarotti. Quali condizioni sono venute meno nelle ultime 24 ore tanto da bloccare la trattativa tra Ghirardi e Doca? Il giallo si infittisce.

I Video di Calcioblog