Lukas Podolski atterra a Milano, tifosi dell’Inter in delirio – Video

Il tedesco sommerso da una folla nerazzurra a Linate

di antonio

Decine di tifosi interisti hanno atteso l’arrivo di Lucas Podolski a Milano. Il tedesco è atterrato alle 21.25 all’aeroporto di Milano con un volo diretto da Londra. Arriva in prestito dall’Arsenal per 600 mila euro fino a giugno (1 milione se i nerazzurri dovessero centrare la qualificazione in Champions League, 850 mila euro se dovessero vincere l’Europa League). Per l’ufficialità bisognerà attendere almeno lunedì 5 gennaio, giorno di apertura del calciomercato. A sbloccare la trattativa ci ha pensato Wenger nel pomeriggio di Capodanno quando ha ritenuto “seria” l’offerta dell’Inter. Podolski era ormai di troppo all’Arsenal e la goccia che ha fatto traboccare il vaso è stato il ko contro il Southampton.

Podolski è nato a Gliwice il 4 giugno 1985 ed è più che altro un centrocampista offensivo che ama agire sulla fascia sinistra. Ha esordito in Bundesliga nel 2003 con il Colonia, poi nel 2006 si trasferisce al Bayern Monaco. Segna il primo gol con i bavaresi proprio all’Inter, in Champions League il 27 settembre 2006. Dopo tre anni al Bayern, Podolski torna al Colonia. Il 1 luglio 2012 sbarca in Premier con l’Arsenal. Con la Nazionale tedesca ha esordito a 19 anni e 2 giorni ed è appena reduce dal Mondiale vittorioso in cui però non ha giocato semifinale e finale.

Ecco le sue prime parole sul suolo italiano mentre i tifosi lo accoglievano al grido di “Segna a Torino!”:

“Non mi aspettavo un’accoglienza del genere, spero in una buona stagione. Conosco bene il campionato italiano, è un campionato difficile. Adesso puntiamo alla Champions League e anche alla vittoria in Europa League, vediamo cosa succede. Pronto per Juventus-Inter? Vedremo. Mancini? E’ un buon allenatore, ha voluto che venissi qui e per questo sono felice”.

Roberto Mancini benedice l’operazione e non vede l’ora di allenarlo:

“Se andiamo indietro nella storia i tedeschi nell’Inter hanno fatto benissimo. Come giocatore lo conosco, sa fare più ruoli, calcia benissimo, è campione del mondo. Viene da Bayern e Arsenal, ha grande esperienza e qualità”.

Il mercato dell’Inter potrebbe regalare un altro colpo di mercato ai sostenitori nerazzurri. Shaqiri resta un obiettivo del club, anche perché Mancini ha chiesto due esterni offensivi. I dirigenti interisite e l’entourage di Shaqiri si sono incontrati a Milano. Sempre percorribile anche la pista che porta ad Ezequiel Lavezzi.