Napoli-Juventus 1-3 | Telecronache di Auriemma, Zuliani e Paolino, radiocronaca di Repice, interviste e statistiche - Video

Il big match del San Paolo commentato in diretta

La Juventus espugna il San Paolo superando il Napoli 3-1 e allunga nuovamente il distacco nei confronti della Roma, bloccata sul pareggio dalla Lazio nel derby capitolino del pomeriggio. A Napoli tifosi, squadra e società ricordano Pino Daniele con una bellissima coreografia mentre dagli altoparlanti riecheggiano le canzoni dell'artista napoletano scomparso improvvisamente pochi giorni fa. Sul campo la Juventus di Allegri sembra quella di Antonio Conte per agonismo e cinismo (che proprio contro gli azzurri ha spesso sofferto) e si vendica della sconfitta in Supercoppa Italiana rimediata tre settimane fa a Doha. E' una vittoria che può valere molto per i bianconeri nel giorno in cui la Roma pregustava almeno l'aggancio in classifica. Il Napoli recrimina per il gol in fuorigioco di Caceres, a fine partita De Laurentiis è una furia, mentre Benitez si nasconde dietro al sarcasmo.

CLICCA QUI PER LA TELECRONACA DI RAFFAELE AURIEMMA

CLICCA QUI PER LA TELECRONACA DI CLAUDIO ZULIANI

Numeri e curiosità - Salgono a 137 i precedenti di Serie A tra Napoli e Juventus: 29 le vittorie partenopee, 62 quelle bianconere. Solo l’Inter ha battuto 62 volte i campani nella massima serie. Prima del successo per 2-0 dello scorso marzo, il Napoli non batteva la Juventus da sei sfide di campionato. L’ultima vittoria della Juventus al San Paolo in Serie A risaliva al settembre 2000 (2-1); da allora, i bianconeri avevano racimolato appena due punti a Napoli. La Juventus ha la miglior difesa esterna del campionato (4 gol subiti). La Juventus aveva vinto una sola delle precedenti quattro uscite di campionato. Gli azzurri hanno segnato 18 gol nella mezz’ora finale di gioco, un primato nella Serie A in corso.

La delusione di Benitez a fine partita:

“Tutti sappiamo che la Juve è fortissima, lo abbiamo visto in questi anni. Ho imparato una frase per quando si gioca contro i bianconeri: ‘Ci può stare’. L’anno scorso ci poteva stare, quest’anno ci può stare. Difficile da vedere il fuorigioco, Caceres è coperto da Chiellini: ci può stare. Quando noi siamo rientrati in partita, abbiamo recuperato il livello di intensità, fatto un gol e poteva essere il nostro momento… ci può stare. Il gol annullato a Koulibaly? Salta di fronte al portiere, Buffon gli va addosso e la palla è in mezzo. Il passaggio all’indietro di Chiellini bloccato con le mani da Buffon? La regola è che se c’è un passaggio indietro e il portiere prende la palla con le mani può essere fallo. La Juve è una squadra fortissima, ma non mi piace perdere una partita così, con queste cose“.

La soddisfazione di Allegri:

"Ho visto un ottimo Tagliavento. Non deve alzare i toni e alimentare la cultura del sospetto. Era importante vincere e non era facile farlo al San Paolo. Siamo riusciti a contenere bene l'attacco del Napoli, gestendo al meglio la partita. In una partita ci possono stare degli errori. Contro Inter e Samp siamo stati penalizzati, tutti abbiamo decisioni contro e a favore in un campionato. O decidiamo di star tutti zitti o facciamo confusione, sono scelte e in Italia la cultura del sospetto è fortissima. Tagliavento ha arbitrato bene. La Juve ha fatto bene nel primo tempo sbagliando poi molto passaggi, poi c'è stato il ritorno dell'altra squadra, fortunatamente abbiamo gestito bene il 3-1 ma dobbiamo giocare meglio tecnicamente quando gli avversari ti vengono a dare pressione. Quanto fatto di buono nella precedente gestione nessuno lo toglie. Sarà dura vincere il campionato perché per farlo servono grandi prestazioni con fase offensiva e difensiva. Non è scritto da nessuna parte che la Juventus debba vincere facilmente lo scudetto. Ci proveremo, lotteremo fino alla fine ma non sarà semplice".

Napoli-Juventus 1-3 (primo tempo 0-1) | Tabellino

Marcatori: 29' Pogba (J), 64' Britos (N), 69' Caceres (J), 90+5' Vidal (J)

Napoli (4-2-3-1): Rafael; Maggio, Albiol, Koulibaly, Britos; Gargano (83' Duvan), David Lopez; Callejon (73' Gabbiadini), Hamsik (60' Mertens), De Guzman; Higuain. All. Benitez .

Juventus (4-3-1-2): Buffon; Caceres (80' Ogbonna), Bonucci, Chiellini, Evra; Pogba (70' Lichtsteiner), Pirlo, Marchisio; Vidal; Tevez, Llorente (74' Morata). All. Allegri.

Arbitro: Tagliavento

Ammoniti: Tevez (J), Caceres (J), Britos (N), De Guzman (N), Albiol (N), Duvan (N)


Napoli-Juventus 1-3 | Foto Serie A 2014/2015


nap

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail