Cassano al Bari: risposta definitiva entro il 10 febbraio

Ad Antonio Cassano non sarebbe rimasto che il Bari. Dopo il no definitivo dell’Inter, che ha chiuso al ritorno del ‘figliol prodigo’, il 32enne talento che rescisso da poco il contratto con il Parma, potrebbe chiudere la carriera proprio dove tutto ebbe inizio. Secondo il ‘Corriere del Mezzogiorno’, ci sarebbe già l’intesa di massima tra la società di Paparesta e Fantantonio: l’accordo sarebbe stato trovato sulla base di un contratto di un anno e mezzo con opzione per un ulteriore anno. Da calciatore svincolato, Cassano ha tempo fino al 27 febbraio per trovarsi una squadra, ma sembra che abbia informato il club pugliese che entro il 10 febbraio darà una risposta definitiva.

Non sarà sicuramente una questione di soldi: quella che probabilmente sarà l’ultima firma di Antonio Cassano è legata solo ed esclusivamente al cuore. Nonostante la chiusura da parte di Roberto Mancini, gli estimatori non mancano e la scelta non è affatto facile. Più volte il talento di Bari Vecchia ha dichiarato che la sua volontà fosse quella di vivere stabilmente a Genova, città natale della moglie Carolina Marcialis, ma il possibile ritorno alla Sampdoria, di cui ha parlato nei mesi scorsi con Massimo Ferrero non si è concretizzato. Ora Cassano potrebbe tornare laddove ritroverebbe familiari ed amici, ma prima di decidersi, valuterà tutti gli aspetti relativi al trasferimento dell’intera famiglia. Gianluca Paparesta, presidente del Bari, prova a pressarlo:

"Il giocatore non è più il ragazzo che abbiamo conosciuto qui quindici anni fa. Dovrà fare una scelta di vita, sta facendo le sue valutazioni - ammette -. Rispetteremo tutte le sue scelte sia che decida di venire da noi sia che valuti di andare altrove. Aver avuto l'opportunità di portarlo a Bari è una grande gratificazione. La società ha fatto quello che poteva fare, la nostra volontà è forte e ferma: non ci siamo dati tempi, restano quelli delle possibilità di tesseramento previsti dai regolamenti".

Italian national team football striker A

Di tempo non ce n’è molto, ma al netto delle ‘cassanate’, il talento barese è sempre stato uno di parola e se si è dato come ultimatum il 10 febbraio, rispetterà la scadenza ed entro quella data farà sapere al Bari qual è stata la sua decisione. Secondo quanto scrive oggi la ‘Gazzetta dello Sport’, l’ex Parma aspetterebbe sempre la chiamata dell’Inter o di un altro ambizioso club di Serie A (per qualche ora durante il mercato di gennaio si era fatto anche il nome della Juventus). Alla fine, però, Bari sembra essere la conclusione perfetta per un atleta che probabilmente avrebbe potuto collezionare in carriera qualche trofeo in più. Al netto delle cassanate, appunto.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail