Parma: a rischio anche la gara con l’Atalanta

I giocatori del Parma orientati a non scendere in campo nemmeno contro l’Atalanta, mentre Manenti avvisa il sindaco Pizzarotti: “Qui comando io”

Ancora una giornata caldissima per il Parma: i giocatori gialloblu sono orientati alla terza settimana consecutiva di sciopero contro l’Atalanta. Una decisione che renderebbe ancora più surreale una situazione che con il passare delle settimane è diventata tragicomica. Il presidente Giampietro Manenti ancora non ha fatto vedere un euro, se non quello utilizzato per acquistare la società, ma intanto avvisa il sindaco Federico Pizzarotti: “Il presidente sono io e la cessione del Parma posso trattarla solo io”. Un caos totale a cui si aggiunge anche la chiusura dello Stadio Tardini, che imporrebbe ai ducali di giocare eventualmente contro l’Atalanta a Reggio Emilia.

Da Collecchio giungono notizie sparse e molto confuse: la squadra si è allenata, avrebbe voluto incontrare il presidente Manenti, ma invece ha visto il sindaco Pizzarotti e il presidente dell’Aic, Damiano Tommasi. Nel corso dell’allenamento, capitan Lucarelli ha chiamato a gran voce il presidente: “Giampietro, fatti vedere”. Evidentemente il patron ha preferito starsene chiuso nel suo ufficio, mentre l’Assocalciatori lascia intendere chiaramente che con questi presupposti la prossima gara rimane a forte rischio. Non ci sarebbero nemmeno i presupposti per il recupero delle due gare non disputate, ragion per cui la regolarità del campionato non sarebbe più garantita.

La decisione definitiva spetterà venerdì prossimo alla Lega Calcio: solo le istituzioni sportive potranno decidere se il Parma potrà tornare in campo o meno. Mentre dal punto di vista finanziario, di gente disposta a rilevare il club non se n’è vista: ormai si va verso il fallimento, anche perché la diplomazia messa in campo dal sindaco Pizzarotti è stata stoppata da Giampietro Manenti. Con una nota ufficiale apparsa sul sito del Parma, il presidente definito “inaffidabile” proprio dal primo cittadino, lo esautora da qualsiasi trattativa per la cessione:

“Se qualcuno è seriamente interessato ad acquistare il club può rivolgersi a me o ai professionisti che lavorano per me. Il Sindaco di Parma Federico Pizzarotti non è il proprietario del Parma Fc e non ha alcun tipo di mandato per trattare la cessione della società”.