Milan: incontro segreto Berlusconi-Taechaubol?

Silvio Berlusconi avrebbe incontrato giovedì scorso ad Arcore il thailandese Bee Taechaubol: oggetto della discussione, manco a dirlo, la cessione di quote azionarie del Milan. Si sarebbe dovuto trattare di un incontro segreto, ma a quanto pare qualcuno ha “cantato”, tanto che del vertice ne sono venuti a conoscenza un po’ tutti media. Fininvest continua a smentire ufficialmente che la famiglia Berlusconi si voglia liberare del club rossonero, ma che stia cercando nuovi investitori è ormai un dato di fatto. Per introdurre soldi freschi nelle casse societarie, il Milan ha bisogno di un facoltoso straniero e Taechaubol sembra essere l’uomo giusto.

Nei giorni scorsi si è parlato tanto dei possibili acquirenti del Milan: le ultime indiscrezioni avevano accostato al club milanese l’imprenditore messicano Carlos Slim, che già tre anni fa aveva dimostrato il suo interesse ad entrare nel cda rossonero. Secondo quanto riferisce ‘Repubblica’, però, il più vicino all’intesa con Berlusconi sarebbe proprio Taechaubol, che starebbe trattando ormai sotto traccia da diversi mesi. La scalata al Milan prevederebbe il prelievo iniziale del 25% delle quote in cambio di qualcosa come 250 milioni di euro. Poi, nel giro di 4-5 anni, il magnate thailandese vorrebbe ottenere l’intera proprietà del club rossonero: nell’immediato Silvio Berlusconi non lascerebbe la carica di presidente, così come la figlia Barbara manterrebbe il controllo del marketing per curare su tutto il progetto del nuovo stadio. Intoccabile, almeno per ora, anche Adriano Galliani, che continuerà ad occuparsi dell’area sport.

AC Milan's president Silvio Berlusconi a

Ovviamente, siamo sul campo delle ipotesi, anche se secondo ‘Repubblica’, tra Berlusconi e Taechaubol sarebbe già stato raggiunto un accordo concreto. Non si tratterebbe di un documento vincolante, ma una sorta di “comunione di intenti” che descrive a grosse linee un’intesa che andrà poi ratificata nei prossimi mesi, magari prima dell’estate 2015. Con i 250 milioni incassati dalla cessione di 1/4 delle quote azionarie, Galliani avrebbe a disposizione un budget importante da immettere sul mercato per la campagna acquisti. Prima però, occorrerà individuare il nuovo tecnico, dato per assodato ormai che a Filippo Inzaghi sarà dato il benservito a fine campionato. Il candidato ideale è Vincenzo Montella, ma è ancora troppo presto per capire se il tecnico viola sposerà il progetto rossonero.

Intanto, un portavoce del gruppo Fininvest smentisce nuovamente le voci di cessione del Milan:

"Fininvest ha ribadito più volte la propria posizione per quanto riguarda gli assetti azionari del Milan. La società non intende commentare ulteriori rumors".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail