Nuovo stadio della Roma, incontro in Campidoglio: inizio lavori a fine 2015

Ennesima riunione in comune, il club ha incontrato il sindaco per definire i prossimi passaggi del progetto nuovo stadio.

Oggi al Campidoglio c'è stato un importante incontro tra il sindaco Ignazio Marino e Mark Pannes, braccio destro di James Pallotta e referente per quello che riguarda il nuovo stadio giallorosso. Le difficoltà non sono poche, ma il club giallorosso intende procedere spedito per iniziare i lavori di costruzione dell'impianto a Tor di Valle che diventerà la nuova casa della Roma. La riunione ha avuto luogo questa mattina, poi il dirigente americano ha raggiunto Trigoria dove ha parlato con i giornalisti, aggiornandoli sugli argomenti di cui aveva discusso con il primo cittadino della capitale.

Filtra ottimismo dalle parole di Pannes che conferma quella che è la tabella di marcia per arrivare alla realizzazione dello stadio. Il sogno, o forse è meglio dire il progetto, è quello di iniziare i lavori entro la fine dell'anno per poi poter inaugurare l'impianto due anni dopo. Di certo gli ostacoli sono tanti, da quelli urbanistici a quelli ambientali, ma la voglia è quella di andare in fondo a questo progetto sicuramente ambizioso, he dovrà funzionare da volano per l'economia della zona e per il successo del club giallorosso:

Siamo in linea con la tabella di marcia con lo scopo di posare la prima pietra entro la fine del 2015 e aprire lo stadio nel 2017. L'incontro è stato molto costruttivo. Abbiamo lavorato al dossier definitivo per molto tempo e stiamo continuando a lavorare a questo progetto, che è molto complesso. Dall'inizio del processo di approvazione abbiamo incontrato una serie di aspetti: ambientali, idrogeologici, l'impatto che può avere sull'area e la sicurezza. Noi ci aspettavamo che la situazione fosse così complessa: non è come costruire un solo palazzo, stiamo costruendo un ecosistema per la città di Roma che include uno stadio, un distretto per l'intrattenimento, un business park, infrastrutture pubbliche e trasporti. Cerchiamo di fare tutto in maniera rigorosa, con i migliori standard di sicurezza e nel completo rispetto dell'ambiente. Sapevamo questo sin dall'inizio e stiamo continuando a lavorare in questa direzione.

Che l'incontro sia stato costruttivo lo ha confermato lo stesso Marino al termine della riunione. Il prossimo step è atteso per il 15 giugno quando la Roma dovrà presentare il progetto definitivo, da quel momento in poi la strada dovrebbe essere in discesa:

Il Comune ha ricevuto informazioni e chiarimenti sullo stato del progetto definitivo relativo al nuovo stadio della Roma a Tor di Valle. Entro il 15 giugno la società presenterà l'intero progetto che comprenderà non solo il nuovo impianto sportivo ma anche le infrastrutture e gli altri edifici. L'incontro è stato molto positivo e proficuo. Aspettiamo naturalmente gli sviluppi di questo lavoro complesso e importante che deve concludersi nei tempi e nei modi concordati, nell’interesse della città.

I tifosi della Roma possono dimenticarsi per un po' degli affanni sul campo, constatando che la società si muove tanto velocemente quanto efficacemente fuori dal rettangolo di gioco. La buona riuscita del progetto sarà qualcosa di assolutamente decisivo per il futuro dei giallorossi, ma in qualche modo anche del calcio italiano, passa infatti da progetti del genere anche la stessa rinascita del calcio italiano.

FBL-ITA-AS ROMA-STADIUM

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail