Milan: anche Emery per il dopo Inzaghi

Il Milan continua a lavorare in vista della prossima stagione, quando ci sarà da rimediare ai disastri del secondo campionato da dimenticare: si partirà dal cambio di panchina, con Filippo Inzaghi ormai condannato all’esonero e nuovi (vecchi) candidati a sostituirlo. Si è parlato tanto nei giorni scorsi di Sinisa Mihajlovic e Maurizio Sarri, ma a sorpresa il prossimo allenatore rossonero potrebbe essere Unai Emery, attuale tecnico del Siviglia.

Non è la prima volta che il tecnico basco viene accostato ai colori rossoneri: già la scorsa estate si parlò di Emery come sostituto di Clarence Seedorf, prima che la scelta ricadesse sulla soluzione “interna” con Inzaghi promosso in prima squadra dalla Primavera. Secondo quanto riferisce oggi ‘Sportmediaset’, portale vicino al gruppo cui fa capo il Milan, emissari del club milanese sono volati in Spagna nei giorni scorsi, per guardare da vicino come gioca la squadra di Emery.

FBL-EURO-AMERICAN-RIVER-SEVILLA

La dirigenza del Milan sarebbe stata ammaliata dal modulo 4-2-3-1 e dall’interpretazione della gara da parte del Siviglia contro il Villareal in Europa League. Nonostante abbia solo 43 anni, inoltre, Unai Emery ha già una buona esperienza internazionale, maturata prima al Valencia e poi proprio con il Siviglia, con i cui colori lo scorso anno ha conquistato proprio l’Europa League allo Juventus Stadium ai danni del Benfica. Attualmente, il club andaluso occupa il quinto posto nella Liga Spagnola a solo quattro lunghezze dall’Atletico Madrid ed è anche in corsa per bissare il successo dello scorso anno in EL.

Pare che tra Emery e il Milan ci siano stati nuovi contatti, dopo quelli dell’estate scorsa, ma c’è un nodo legato al contratto: il tecnico basco è legato al Siviglia fino al giugno del 2016 e per liberarsi prima ci sarebbe da pagare una clausola rescissoria.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail