Fetfatzidis, Moras e Tachtsidis coinvolti in incidente mortale: tutti e tre illesi

I tre stavano andando in aeroporto per prendere l'aereo che li avrebbe riportati in Italia.

Se la caveranno con qualche livido e sicuramente moltissimo spavento, ma la mattinata di tre giocatori greci (due del Verona e uno del Chievo) poteva concludersi con una vera e propria tragedia. Tachtsidis e Moras dell'Hellas e Fetfatzidis del Chievo viaggiano su un taxi che li avrebbe dovuti condurre dall'albergo in cui avevano soggiornato con la nazionale all'aeroporto di Budapest, da lì ad aspettarli c'era un volo per l'Italia. Ieri avevano giocato con la loro nazionale contro l'Ungheria in un match terminato 0-0.

Purtroppo però sono rimasti coinvolti in un terribile incidente, un frontale, nel quale una persona ha perso la vita. La dinamica dello scontro è ancora da chiarire, pare che uno dei due automobilisti sia restato vittima di un colpo di sonno e abbia invaso la carreggiata opposta. L'impatto è stato violento e per l'autista dell'altra macchina non è c'è stato niente da fare, è morto per le ferite riportate. È andata decisamente meglio ai tre greci che nonostante la violenza dell'urto sono rimasti miracolosamente illesi, forse perché occupavano il sedile posteriore.

La notizia è stata comunicata dalla federazione greca che in un comunicato ha spiegato: "I giocatori stanno bene, i dirigenti sono in costante contatto con loro. Maggiori dettagli saranno resi noti nelle prossime ore". Successivamente Moras ha parlato ad una tv greca rassicurando tutti sulle condizioni di salute sue e dei suoi due compagni di nazionale. Le immagini del luogo dell'incidente e dei due veicoli coinvolti sono state pubblicate su Twitter da un giornalista greco e a guardarle si capisce quanta fortuna abbiano avuto i tre a non riportare ferite più gravi.

calciatori-greci-incidente-budapest

Photo via Twitter

  • shares
  • Mail