Jackson Martinez ha scelto la Spagna: “È fatta, sono un giocatore dell’Atletico”

L’attaccante colombiano annuncia ai giornalisti l suo passaggio all’Atletico Madrid di Simeone, sfuma così il passaggio al Milan.

Il Milan e i tifosi rossoneri possono dire ufficialmente addio al sogno Jackson Martinez, anche se ormai era chiaro da un po’ che il destino del colombiano del Porto fosse lontano da Milano. L’attaccante, parlando con i giornalisti, al termine della sfida di Coppa America con l’Argentina, che è costata l’eliminazione alla sua Colombia, ha confermato che la prossima stagione vestirà la maglia dell’Atletico Madrid. Ancora non ci sono comunicati ufficiali da parte dei due club ma le parole del giocatore non lasciano certo spazio a nessun tipo di interpretazione:

È fatta, posso confermare che è tutto pronto. Per ora voglio godermi la famiglia, poi volerò in Spagna per presentarmi al mio nuovo club. Sono entusiasta di questo trasferimento all’Atletico Madrid, lo vedo come un’ulteriore sfida per la mia carriera e spero che le cose vadano nel migliore dei modi. Mi impegnerò al massimo per aiutare il club a centrare gli obbiettivi.

Martinez confida che per la sua scelta è stata decisiva l’influenza del suo compagno di nazionale Radamel Falcao. Da ex dell’Atletico non poteva che consigliargli di seguire le sue orme, come già aveva fatto in occasione del suo trasferimento al Porto. Sulle rive del Douro le cose sono andate benissimo e il colombiano si augura che lo stesso possa capitare sulle sponde del Manzanarre di Madrid. L’attaccante spera che questa nuova avventura lo aiuti a crescere ulteriormente, anche perché la Liga è un campionato sicuramente più difficile rispetto a quello spagnolo.

In questi giorni ha avuto anche modo di parlare con Diego Simeone. Si dice orgoglioso di essere allenato dal Cholo, uno che in questi anni ha saputo costruire una grande squadra e centrare obbiettivi importanti. L’allenatore dei Colchoneros aveva augurato a Martinez di disputare una buona Coppa America con la Colombia e gli aveva detto che lo aspettava per l’inizio della nuova stagione. Il cammino della Colombia si è fermato ai quarti di finale, la roulette dei rigori ha dato ragione a Messi e compagni, di questo in fondo Simeone non dovrebbe essere tanto dispiaciuto.