Roma, Gervinho: "Non ho fatto richieste oscene all'Al Jazira"

gettyimages-466897664.jpg

Ieri l'Al Jazira ha rinunciato ufficialmente all'ivoriano Gervinho, mandando all'aria un accordo già raggiunto all'inizio del mese di giugno. Il club degli Emirati ha parlato di "richieste oscene" da parte del giocatore, tutte respinte anche perché avrebbero potuto compromettere gli equilibri interni allo spogliatoio. Oggi sui giornali si è letto di tutto circa queste presunte richieste oscene. Stando alle voci raccolte dalla Gazzetta, il giocatore avrebbe chiesto un elicottero personale, una spiaggia privata, una lussuosa villa per la famiglia ed anche parecchi biglietti aerei per permettere a lui e ai suoi familiari di andare e venire dalla Costa d'Avorio.

Il giocatore della Roma oggi ha smentito queste voci nel corso di un'intervista rilasciata a France Football, nella quale ha negato tutto quello che hanno scritto i giornali:

“Non so da dove escano queste informazioni sulla mia persona. È tutto sbagliato, non ha mai fatto questo tipo di richieste. Quando firmo per qualcuno non sono interessato a tutti questi artifici. Tutto ciò che è stato raccontato non è vero”.

Di sicuro qualcosa non è andato per il verso giusto in questa trattativa, al punto da indurre lo stesso giocatore ad interrompere i rapporti con il suo procuratore Pascal Boisseau. In attesa di trovargli una nuova sistemazione, la Roma ha deciso di convocarlo per il raduno del 5 luglio per iniziare la preparazione pre-campionato agli ordini di Rudi Garcia.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail