Verona, Toni lascia il club. Farà l'opinionista a Sky?

È finita l'avventura di Luca Toni come dirigente dell'Hellas Verona. L'ex bomber nell'estate 2016, quando aveva appena appeso gli scarpini al chiodo, aveva accettato un ruolo da dirigente per la sua ultima squadra. Forte di un bellissimo rapporto di amicizia con il Presidente Maurizio Setti, Toni aveva deciso di restare legato alla società e il 28 novembre dello stesso anno ha conseguito il diploma di Direttore Sportivo. Al Verona ha avuto modo di affiancare il DS Filippo Fusco, un'occasione preziosa per comprendere i meccanismi e le responsabilità di un ruolo per lui totalmente nuovo.

Un po' a sorpresa adesso è arrivato questo divorzio consensuale, annunciato dal club attraverso il proprio sito ufficiale: "L'Hellas Verona FC comunica che il 30 giugno 2017 si concluderà il rapporto professionale con Luca Toni. L'Hellas Verona FC, dalla dirigenza allo staff tecnico, dalla squadra a tutti i dipendenti vuole ringraziare di cuore Luca per questi quattro anni insieme. Dai successi sul campo, di cui è stato protagonista con 51 gol, 128 punti conquistati in campionato e un titolo di capocannoniere, a quest'anno da dirigente. Le nostre strade si separano ma chissà che, un giorno, non si torni a camminare insieme. Queste le parole del Presidente Setti: «Sei stato un campione sul campo, che ha meritato di entrare nella storia di questo club, questo dicono i numeri. Sei un amico, una persona con dei valori importanti»."

Probabilmente Toni si sente pronto per vestire i panni di DS in una nuova realtà. Aspettando l'offerta giusta, Toni dovrebbe intanto legarsi a Sky per svolgere il ruolo di opinionista al fianco dell'ampia pattuglia di ex campioni del suo calibro che già collaborano con la Tv satellitare.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail