Roma-Cagliari 1-0, Di Francesco: "Dovevamo essere più cinici e cattivi per segnare prima"

Il video richiesto non è più disponibile.
Ci scusiamo per il disagio.

La Roma oggi contro il Cagliari ha vinto all'ultimo respiro, ma la prestazione dei giallorossi è piaciuta ad Eusebio Di Francesco. Il tecnico ha apprezzato la sua squadra, anche se avrebbe voluto maggiore concretezza in zona gol: "Quando vedo costruire e quando vedo una mentalità sono contento. Abbiamo concesso pochissimo in difesa, il Cagliari non ci ha permesso di essere aggressivi ma abbiamo avuto una grande supremazia territoriale. Dovevamo essere più cinici e cattivi per segnare prima ma non ho la bacchetta magica per dirvi cosa serve per fare gol prima. Dobbiamo lavorare ancora di più. Ma io non sono d’accordo sulla prestazione negativa, abbiamo fatto la partita. Abbiamo tirato in porta 20 volte, dovevamo essere più precisi. Nel primo tempo abbiamo sbagliato le pressioni, meglio nella ripresa. Dobbiamo migliorare in determinate situazioni, gli esterni non si devono abbassare troppo per arrivare di più al cross, c’è stata meno brillantezza ma alla fine abbiamo ottenuto quello che volevamo".

Sul gol di Fazio, concesso nonostante un evidente tocco di mano, Di Francesco ha preferito sorvolare non entrando nel dettaglio: "Voglio parlare della partita perché poi si parla sempre degli episodi che sono importantissimi ma noi avremmo potuto farlo prima il gol. Abbiamo subito il primo tiro contro dopo 83 minuti, abbiamo sempre fatto la gara contro un Cagliari molto organizzato ma noi abbiamo voluto fortemente la vittoria. Comunque penso che la mano di Fazio sia attaccata al corpo, non si vede bene: ci teniamo stretti questi 3 punti".

  • shares
  • Mail