Roman Abramovich ha comunicato che non sarà più il presidente del Chelsea in seguito ai problemi che potrebbero sorgere per la situazione Russia-Ucraina.

Il patron del Chelsea, il russo Roman Abramovich si fa da parte per le complicazioni che potrebbero riguardarlo in seguito alla guerra Russia-Ucraina. “Durante i miei quasi 20 anni di proprietà del Chelsea FC, ho sempre considerato il mio ruolo di custode del Club, il cui compito è garantire il massimo successo che possiamo avere oggi, oltre a costruire per il futuro, e allo stesso tempo svolgere un ruolo positivo nelle nostre comunità”.

IM_pallone_serie_A_2020
IM_pallone_serie_A_2020

Ho sempre preso le decisioni tenendo a cuore l’interesse del Club. Rimango fedele a questi valori. Ecco perché oggi sto affidando agli amministratori della Fondazione di beneficenza del Chelsea la gestione e la cura del Chelsea FC. Credo che attualmente siano nella posizione migliore per prendersi cura degli interessi del Club, dei giocatori, dello staff e dei tifosi“.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 27-02-2022


Conte: “Ho parlato con la società, credono in me. Quando perdo provo molta delusione, ho sbagliato a renderla pubblica”

Christian Eriksen esordisce dopo il malore della scorsa estate “Sono felice, è stato speciale”