Paolo Dal Pino va via scuro in volto e senza parlare dall’assemblea di Lega da poco conclusa in quel di Milano. Il presidente di Lega Serie A non terrà la conferenza stampa che era in programma al termine dell’incontro fra i club nella sede ufficiale del calciomercato, la prima in presenza a distanza di mesi. Secondo Tuttomercatoweb un segnale inequivocabile sulla situazione che sta vivendo la Lega di Serie A. Secondo le indiscrezioni Dal Pino aveva un volo da prendere ma è da evidenziare come ci possa essere un elemento in più da considerare.

Il consigliere indipendente eletto dalle società – Gaetano Blandini, molto vicino a Lotito – non era esattamente il candidato di Dal Pino. Questo uno dei motivi del possibile scontro. Più complicata la discussione sulla richiesta della FIGC di adeguare lo statuto ai nuovi principi fondamentali dell’ordinamento federale entro il 31 gennaio. Una scadenza giudicata troppo vicina dalle società, che più volte non hanno trovato l’accordo su temi tecnici e al contempo molto delicati e ora chiederanno più tempo. Il rischio, concreto, è quello del commissariamento. Infine, non si è discusso concretamente dell’altro tema caldo, quello degli stadi. La posizione è chiara e legittima: i club puntano al 75 per cento della capienza.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 27-01-2022


De Siervo: “Riapertura Stadi? Dipende dalle condizioni ma si potrà solo migliorare”

ADL: “In Italia ci sono 25 milioni di tifosi elettori, il Governo deve capirlo”