Intervista per certi versi clamorosa quella rilasciata oggi da Mario Balotelli che si mette in rapporto a Messi e Ronaldo a livello di qualità.

Il sito web americano The Athletic ha intervistato Mario Balotelli che, come al solito, fa parlare tanto di sé. “Sono sicuro al 100% che la mia qualità sia sullo stesso piano di giocatori come loro, ma ho perso qualche opportunità. Sai, può succedere…. Oggi non posso dire che sono forte come Ronaldo, perché quanti palloni d’oro ha vinto Cristiano? Cinque? Nessuno può paragonarsi a Messi e Ronaldo, ma se parliamo di qualità, non ho nulla da invidiare loro, a essere onesto. Quando me ne sono andato dal Manchester City ho continuato a giocare bene nel Milan per un anno e mezzo, ma dopo ho avuto qualche problema. Oggi che sono più grande, riconosco che non avrei dovuto lasciare il City in quel momento”.

Sergio Aguero
Sergio Aguero

Vedendo il club crescere, crescere e crescere, credo che avrei potuto stare lì per molto tempo, come Sergio Aguero, e magari avrei potuto anche vincere un Pallone d’Oro. Ne sono sicuro. L’unico obiettivo che ho è andare in Nazionale e provare a portarla al Mondiale, cercando anche di arrivare ai primi tre posti in campionato con l’Adana. So che non è facile, ma sono queste le cose più importanti per me in questo momento. Sento che può essere così per il resto della mia carriera, ed è quello che voglio, voglio solo tornare in Nazionale. Gli ultimi due anni non sono stati molto facili per me, a Monza e Brescia. Ho avuto anche degli infortuni. Per me la normalità dovrebbe essere essere in Nazionale. La cosa che non è normale è quando non lo sono. Quindi ovviamente sto lavorando per essere lì a marzo quando avremo le qualificazioni e spero di essere convocato“.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 02-03-2022


Conte: “Ultimi risultati sono un disastro, forse non sono così bravo, devo parlare con la società”

Cannavaro: “Voglio allenare in Italia, mi è dispiaciuto dover rifiutare la Polonia, la nazionale deve assolutamente andare al Mondiale”