Francesco Camarda

Il telecronista di DAZN Stefano Borghi ha detto la sua sul calcio proposto dall’allenatore lusitano nell’ultimo periodo.

Stefano Borghi a Cronache di Spogliatoio ha parlato del futuro di Francesco Camarda e di cosa aspettarsi dal Milan di Fonseca. “Camarda è un ragazzo giovanissimo, che ha giocato qualche minuto in Serie A, che ha fatto splendidamente con i pari età l’U17, e l’abbiamo visto. Partiamo prima col chiederci quando si incontreranno stabilmente lui e la Serie A, poi la Nazionale una volta era un premio massimo. Camarda deve fare ancora tanta strada, detto che mi sembra un talento indiscutibile”. 

Paulo Fonseca
Paulo Fonseca

Sull’allenatore portoghese

“Torna in Italia dove insomma ha lasciato un ricordo non brillantissimo. Però io ho rivisto in molti tratti dell’ultima stagione di Fonseca al Lille il calcio che faceva allo Shakhtar. E quello è un calcio molto apprezzabile, un calcio che può portare dei risultati, e ripeto, un calcio che può adattarsi alla rosa del Milan”.

Cosa aspettarsi dal mercato

Perché, ritornando sul discorso della comunicazione, e chiudendo, una delle poche cose un po’ impattanti, importanti, che ha detto il Milan, soprattutto nella parte finale di stagione, è stato ospite da noi su SundayNight Squadre su DAZN Furlani, una sera ci dice: ‘Non abbiamo intenzione di fare un lavoro enorme sul mercato perché il grande lavoro l’abbiamo fatto l’estate scorsa’. Quindi io mi immagino, collegando le parole di Ibrahimovic, ‘Restano uno, due e tre’, che il Milan farà sicuramente delle operazioni, irrobustirà la rosa, completerà delle cose, però non andrà a stravolgere le caratteristiche della rosa. Quindi avere un allenatore che si incastra bene con questo tipo di giocatori, secondo me è un passo lucido e giusto”. 

L’articolo Borghi: “Quando Camarda andrà in Nazionale? La domanda da fare è un’altra, al Lille ho rivisto il Fonseca dello Shaktar” proviene da Notizie Milan.

Riproduzione riservata © 2024 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 17-06-2024


Criscitiello: “Fonseca è un allenatore da Lazio o Fiorentina, Cardinale deve capire una cosa fondamentale”

Pastore: “Ibrahimovic arriva senza che nessuno lo accompagni ma si è preso una bella responsabilità”