I rapporti tra il Milan e Mario Balotelli sono ormai incrinati: l’indice di gradimento da parte di tifosi e società nei confronti del bomber, che stasera scenderà in campo nell’amichevole Italia – Germania, è ai minimi storici. Nonostante le frasi di circostanza di Adriano Galliani (“è incedibilissimo”), Mino Raiola è già al lavoro da tempo per portare via da Milano il suo assistito. “Non chiuderà la carriera al Milan”, ha chiarito qualche tempo fa il procuratore, a cui poi non è andata affatto giù la decisione del Milan – subito revocata – di affiancare a ‘SuperMario’ un tutor. Minacce di querele a parte, la cosa è poi rientrata, ma il Milan ha preso un impegno: tra gennaio e giugno la truppa di Raiola al Milan dovrà scomparire.

Si comincerà da Ignazio Abate, cui non verrà rinnovato il contratto e finirà con ogni probabilità a parametro zero alla Juventus. Poi toccherà a Niang – andrà al Genoa – e poi proprio a Balotelli: da giorni si parla insistentemente di Chelsea e Barcellona, ma la squadra verso la quale Raiola spinge il bomber è il PSG. A Parigi, l’agente ha una vera e propria colonia con Ibrahimovic e Maxwell e nel corso di alcuni recenti colloqui la dirigenza transalpina avrebbe dato il suo gradimento per Balotelli, costato al Milan lo scorso inverno qualcosa come 20 milioni di euro.

Nonostante la fiamma iniziale, l’amore tra Balotelli e il Milan volge al termine e ovviamente il club rossonero vuole rientrare dell’investimento. Al massimo, Galliani potrebbe accettare uno scambio con una contropartita tecnica di assoluto valore e che faccia comodo a Massimiliano Allegri. Ecco perché secondo le ultime da radio – mercato, a gennaio potrebbe nascere il clamoroso incrocio Balotelli – Lavezzi, con il bomber azzurro a trasferirsi in Francia e l’argentino ex Napoli pronto a tornare in Italia, visto che Laurent Blanc non lo considera un titolare inamovibile. Ovviamente, il Milan accetterebbe ben volentieri il Pocho – già accostato ai rossoneri tempo addietro – ma dovrebbe essere accompagnato da adeguato conguaglio.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG


Nesta si racconta: “La Lazio, il Milan e la voglia di fare l’allenatore”

Champions League, Milano ospiterà la finale nel 2016