L’ex allenatore Fabio Capello commenta il flop dell’Italia ai playoff Mondiali indicando dove si sbaglia.

Fabio Capello a Sky Sport ha spiegato che secondo lui è sbagliato voler copiare il tiki-taka di Guardiola perché molti giocatori non sono in grado di adempiere questo compito. “La spiegazione è molto semplice. Io da molto tempo continuo a dire che stiamo copiando il calcio di Guardiola di 15 anni fa. Facciamo un calcio che usa passaggini laterali, ad ogni contrasto ci si butta a terra, e anche una squadra mediocre come la Macedonia a livello fisico ci è stata superiore come dinamismo, forza e determinazione”.

Giampiero Gasperini
Giampiero Gasperini

E’ tutto chiaro: fino a quando non avremo capito che il modello da copiare è quello tedesco non andremo avanti, perché se vogliamo fare come gli spagnoli, che hanno una tecnica superiore, non riusciremo mai a farlo, lo facciamo sempre al 50%. Dobbiamo copiare il modello tedesco come determinazione, gioco in verticale e in profondità. L’unica squadra che in Italia ha fatto questo e ha avuto dei successi è l’Atalanta. Se non abbiamo capito che per giocare in Europa bisogna giocare in un certo modo, rimarremo sempre indietro. Poi ci sono i settori giovanili, i pochi italiani, ma è la mentalità il problema. Possibile che qualsiasi attaccante arrivi in Italia fa sfaceli mentre prima era un giocatore normale? Gli arbitri che fischiano tutto continuamente, non siamo abituati ai contrasti e in Europa ti trovi davanti gente che ha un altro ritmo“.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 25-03-2022


Verratti: “È dura capire, dovevamo vincere e invece è stato incubo”

Sconcerti ritiene un eventuale Grande Gesto di Mancini