Il nuovo tecnico dell’Hellas Verona Gabriele Cioffi ha parlato di sostenibilità e di quanto siano importanti le cessioni.

L’Hellas Verona riparte da Gabriele Cioffi, ecco le parole in conferenza stampa dell’ex allenatore dell’Udinese. “In generale, credo che non mi discosterò dalle linee guida dettate dal passato, l’idea ed i principi saranno gli stessi: avere una squadra che dà sempre il massimo, lavora ogni giorno con umiltà e gioca sempre per provare a vincere tutte le partite. Nel calcio di oggi parliamo molto di sostenibilità, ma questo è un concetto che oltre ad essere teorizzato va anche applicato”.

La storia del Verona dimostra che chi i giocatori che vengono venduti vengono anche sostituiti. In generale penso che quello del mercato per noi non debba essere un alibi. Cancellieri? Mi piaceva molto, ma come dicevo prima è stata una scelta dettata dal mercato. Certe società, Verona inclusa, non pagano gli stipendi se non vendono. Di conseguenza si vende chi fa bene. Però la storia del Verona, del presidente Setti, del direttore Marroccu dimostra che per chi esce c’è qualcuno che entra. Un imprescindibile di questa squadra? Non penso che ci sia nessuno di imprescindibile, ma credo fortemente nel gruppo di questa squadra”.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 03-07-2022


Onana e Lukaku: vacanza e allenamento insieme

Totti: “C’è stata una chiacchierata tra Roma e Dybala”