L’allenatore dell’Udinese Gabriele Cioffi analizza la tremenda sconfitta subita ieri a Verona per mano dell’Hellas.

Il tecnico dell’Udinese Gabriele Cioffi non si fa sopraffare dalla delusione nonostante il per subito. Sconfitta pesantissima: ogni loro tiro era un gol. Noi quattrocento tiri e nessun gol, oggi la palla non voleva proprio entrare. Anche se può suonare strano, dico che i miei sono stati bravi, hanno messo volontà e non hanno mai mollato, cosa importantissima. C’è per da lavorare sugli errori commessi: dal campo avevo la sensazione che più giocavamo bene e più prendevamo gol. Il risultato è bugiardo perché la squadra è sana, viva e fa le cose giuste”.

Antonin Barak
Antonin Barak

Ci sono state delle imperfezioni che abbiamo pagato a caro prezzo: forse abbiamo pagato con gli interessi la fortuna avuta col Torino. Non dobbiamo guardare la classifica, ma le prestazioni. L’obiettivo sono i 40 punti, prima raggiungiamoli e poi guarderemo dove saremo. Dobbiamo pensare a noi, a fare più cose positive possibili. Inutile guardare gli altri. Beto non ha giocato per scelta tecnica: non siamo pronti ancora per giocare con le tre punte. Non so se lo diventeremo, quindi per adesso gioca chi sta meglio”.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 14-02-2022


Mourinho: “Pareggio buono per come si era messa, è mancato ordine a centrocampo”

Condò: “In Napoli-Inter nessun fuorigioco, questo vuol dire…”