Il giornalista Paolo Condò ha analizzato Napoli-Inter di sabato scorso partendo da una statistica particolare che dice molto sull’atteggiamento delle due squadre.

L’opinionista Paolo Condò evidenzia l’atteggiamento poco rischioso e calcolatore delle due squadre durante Napoli-Inter testimoniato da un dato inconfutabile; ecco quanto scritto su La Repubblica. “Nello scontro diretto tra Napoli e Inter è successa una cosa piuttosto rara: non è stato fischiato alcun fuorigioco. Il particolare aiuta a descrivere l’atteggiamento calcolatore tenuto dalle due squadre. Hanno provato a vincere, il Napoli per tutto il primo tempo e l’Inter nello scorcio finale della ripresa, ma l’hanno fatto in modo prudente”.

Nicolò Barella
Nicolò Barella

“Ci sono state parecchie ripartenze in campo lungo e, soprattutto, in parità numerica. Situazioni che, per diventare palla-gol, necessitano di un ultimo passaggio difficile, il filtrante che una difesa schierata bene anche in emergenza può intercettare, o neutralizzare mandando appunto in fuorigioco la punta: ebbene, da Insigne a Barella nessuno ha mai tentato quel passaggio. L’hanno sempre giudicato troppo rischioso, perché in caso di palla persa i compagni avrebbero dovuto invertire precipitosamente il senso di marcia: meglio fare un ricciolo e tornare indietro, aspettando che il riposizionamento generale cancellasse il pericolo, ma anche l’opportunità”.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 14-02-2022


Cioffi: “I ragazzi sono stati bravi nonostante la brutta sconfitta, ogni loro tiro era goal”

Dumfries: “Volevo giocare nell’Inter, siamo una grande squadra, giochiamo in modo fantastico e ci divertiamo”